2 C
Verona
9 Febbraio 2023
Cronaca In evidenza ultimaora

I Carabinieri festeggiano i 205 anni. Il colonnello Bramato: «Diminuite del 75% le rapine in casa»

Il colonnello Ettore Bramato

«Posso affermare che gli obiettivi operativi raggiunti nell’ultimo anno nella Provincia di Verona si possono sintetizzare in una diminuzione, dall’inizio dell’anno, dei reati predatori, circa l’11% in meno per le rapine, meno 75% delle rapine in abitazioni. Parlo di tale tipologia di reati perché sono quelli che creano maggiore allarme sociale e percezione di insicurezza».

A dirlo, oggi a Verona durante la cerimonia per i 205 anni dell’Arma dei Carabinieri, è stato il comandante provinciale, colonnello Ettore Bramato, nel suo intervento nel quale ha sintetizzato l’attività dei carabinieri nel Veronese nel 2018.

«Ringrazio l’Autorità Giudiziaria ordinaria e quella distrettuale antimafia, che con la loro direzione hanno permesso di assicurare alla giustizia nell’ultimo anno 1.111 persone e denunciare in stato di libertà ulteriori 6.191 soggetti – ha chiarito il colonnello -. Sempre nell’ultimo anno, sono state portate a termine 3 importanti operazioni contro altrettanti sodalizi criminali finalizzati al reato delle rapine in abitazione, al riciclaggio, all’auto-riciclaggio e all’illecita compensazione dell’Iva nonché, per la prima volta nella storia giudiziaria di Verona, a individuare la presenza di una cosca camorristica pugliese operativa sul territorio, gerarchicamente organizzata e armata, dedita al traffico di sostanze stupefacenti tra il Veneto e la Puglia e alle estorsioni».

Un’attività di controllo del territorio che i Carabinieri hanno portato avanti aumentando dell’11% i soggetti controllati (164108) e del 12% le autovetture accertate e inserite nella Banca Dati Forze di Polizia (110807). Un ruolo di primo piano, poi, è rivestito costantemente dall’attività di contrasto allo spaccio ed al consumo, specie fra i più giovani, delle sostanze stupefacenti: ben 133 le persone arrestate e 101 quelle denunciate in stato di libertà, consentendo il sequestro di 131 kg. totali di stupefacente, suddivisi in circa 7 kg. cocaina, 1 kg. eroina, 111 kg. hashish e 12 kg. di altre sostanze psicotrope.

Particolarmente incisivo il contributo fornito dalla Sezione Investigazioni Scientifiche, che riveste un ruolo sempre più determinante nella risoluzione delle indagini: 604 fotosegnalamenti, 69 interventi per rilievi tecnici, 151 accertamenti dattiloscopici (di cui 55 hanno condotto all’identificazione di persone). Dalle Sezione dipende anche il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti che, con 385 accertamenti chimici svolti su 2735 reperti, ha effettuato 19121 analisi per tutte le forze di polizia delle province di Verona, Vicenza, Padova e Venezia.

I circa 900 Carabinieri del Comando Provinciale di Verona, che si articola su 6 Compagnie (Verona, Villafranca, Peschiera del Garda, Caprino Veronese, Legnago e San Bonifacio), da cui dipendono 51 Stazioni dislocate in quasi tutti i comuni della provincia, con 28.718 reati perseguiti, hanno contrastato l’89.36% del totale dei crimini avvenuti nel Veronese: i Carabinieri procedono per oltre 3 reati su 4 di tutti quelli denunciati. E a testimonianza del concreto impegno profuso dai militari dell’Arma Veronese, ben 38 di loro sono stati premiati a fine cerimonia per essersi contraddistinti in particolari operazioni, spesso mettendo a repentaglio la loro vita per salvare quella di altri.

Condividi con:

Articoli Correlati

Formazione, 2.000 studenti hanno partecipato all Giornata internazionale sulla sicurezza in internet 

massimo

Cattolica trasferisce attività in Piemonte e la Cgil attacca: «Generali mostra il suo vero volto mettendo a rischio 90 posti di lavoro alla Insurecom»

massimo

Formazione, presentato il Piano Operativo Regionale “Persi, dispersi e ritrovati: le politiche per i giovani”

massimo

Negrar, i Carabinieri pedinano uno spacciatore fino a Montebello (Vicenza) per arrestarlo

massimo

Verona, sbloccato a Roma dal Cipess il progetto del Filobus con 6,73 milioni di euro di contributo in più

massimo

Verona, Adiconsum ottiene dall’Arbitro Bancario Finanziario il rimborso di 4.200 euro truffati ad un cittadino tramite sms

massimo