4.6 C
Verona
27 Gennaio 2023
In evidenza Politica ultimaora

I dieci anni di Tosi visti dall’opposizione: «Bilancio rovinoso e promesse non mantenute»

bertuco-michele

«L’amministrazione ha dato prova di scarso impegno e creatività anche nella scelta della location dell’evento celebrativo di ieri mattina: nello stato in cui si trova, l’Arsenale non è proprio il luogo più adatto per illustrare 10 anni di “risultati”».

Lo dicono i consiglieri comunali del Pd, Luigi Ugoli e Fabio Segattini, commentando l’evento con cui ieri il sindaco Flavio Tosi ha praticamente lanciato la campagna elettorale di quella che ha chiamato la sua squadra. A cui si aggiunge Michele Bertucco, uscito dal Pd ma sempre all’opposizione: «Vogliamo parlare delle promesse non mantenute? Dal traforo all’hotel Lux allo stesso recupero dell’ex Arsenale. Senza parlare della triste sorte toccata alla Fondazione Arena e all’Aeroporto Catullo, affondati dalla cattiva gestione che sotto la sua influenza ha toccato picchi imbarazzanti».

Sull’ex Arsenale tornano anche Ugoli e Segattini: «Non solo siamo fermi da anni, òa il piano attuale si basa si un progetto di finanza che ha diviso la città e gettato un’ombra minacciosa sulla tenuta del bilancio comunale che, non a caso, quest’anno è stato svuotato delle opere previste per racimolare le risorse necessarie a finanziare il contributo pubblico iniziale di 14,5 milioni di euro. E di certo non rimpiangeremo il Piano degli Interventi; le opere bandiera non realizzate, il cimitero verticale su cui il Consiglio comunale ha speso mesi preziosi; i quartieri abbandonati; la gestione delle aziende partecipate; le Circoscrizioni svuotate di poteri e contenuti che hanno bocciato coralmente il bilancio di previsione 2017, fatto mai accaduto nella storia della città e che speriamo non abbia più motivo di accadere con le prossime amministrazioni».

«Tosi ha detto che tutte le promesse sono state mantenute tranne il traforo. Il sindaco deve essersi perso qualche passaggio, a partire dall’hotel Lux che 10 anni fa aveva promesso di riaprire “in pochi mesi”, invece è ancora là, vuoto e disabitato – riprende Bertucco -. Le sue amministrazioni non hanno avuto nessuna visione sulla mobilità cittadina il cui impianto resta quello degli anni Settanta-Ottanta, tutto incentrato sull’uso dell’automobile, infatti in 10 anni non sono riuscite ad approvare neanche un piano della mobilità tra Pgtu, Pum e Pums. Vogliamo poi parlare dello spolpamento delle aziende partecipate, usate come bancomat, in particolare Agsm da cui sono stati drenati circa 150 milioni di euro in 10 anni per coprire i buchi di palazzo? O parliamo della politica urbanistica miope e asfittica, tutta basata sugli interessi dei privati e sorda ai bisogni dei quartieri? Della proverbiale inadeguatezza della classe politica locale che Tosi ha coltivato in questi anni, tutta selezionata sulla fedeltà personale anziché su talento e capacità? Stendiamo invece un velo pietoso sul filobus che dopo 10 anni di annunci manca ancora di progetto esecutivo e di varianti. E sull’Arsenale: più che motivo di soddisfazione, i ruderi in cui si è svolta l’iniziativa autocelebrativa del sindaco rappresentano l’inevitabile contrappasso di una squadra di governo inconcludente».

Condividi con:

Articoli Correlati

Isola della Scala, l’Ulss 9: «A febbraio la sala d’attesa della Guardia medica tornerà all’interno dell’ex ospedale»

massimo

Legnago, domani al Minghetti una “escape room” educativa sui campi di concentramento nazifascisti

massimo

Monteforte d’Alpone, ladri in fuga intercettati e arrestati dai Carabinieri

massimo

Verona, domani in fiera il via alla tre giorni del Motor Bike Expo

massimo

Verona, inaugurata in Biblioteca Frinzi,la mostra “Menestrella nel Lager”

massimo

Partito Democratico, Franco Bonfante candidato unico a segretario provinciale

massimo