22.1 C
Verona
16 Luglio 2024
In evidenza Politica ultimaora

I sindaci del Veneto a Bruxelles con l’europarlamentare Borchia: «Europa a disposizione dei territori»

Si è conclusa oggi la seconda missione dei sindaci delle province di Verona, Padova, Venezia, assieme a quelli di Trento e Parma, a Bruxelles. «È stata un’occasione particolarmente proficua: i primi cittadini si sono confrontati su tematiche dell’Unione europea, hanno approfondito questioni che impattano la quotidianità delle loro comunità e hanno fatto squadra. Un bilancio più che positivo, quindi, poiché senza dubbio ci sono margini per crescere come capacità amministrative grazie al miglioramento delle relazioni internazionali. Obiettivo, questo, della visita dei nostri sindaci che considero strategica», spiega l’eurodeputato della Lega, Paolo Borchia, promotore della missione.

Due giorni che li hanno visti impegnati non solo in Parlamento europeo ma anche nella sede della Regione Veneto a Bruxelles con un programma di incontri mirati. Un confronto nella sede della Regione Veneto a Bruxelles, diretta da Carlo Clini, per analizzare le problematiche che i piccoli Comuni incontrano nell’intercettare gli strumenti di cofinanziamento più complicati. Al Parlamento europeo, invece, un’analisi di quelli che saranno i dossier di maggiore interesse per gli enti locali, ad iniziare dalla riforma del Patto di stabilità e crescita. «Di valore anche l’incontro con il segretario generale della Camera di commercio belga-italiana, Giorgio De Bin, per riflettere sulle opportunità che le imprese del territorio potrebbero cogliere con il mercato belga, sesto per interscambio con l’Italia», conclude Borchia.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, donati dagli Alpini di Novaglie tapis roulant e cyclette al reparto Fibrosi cistica di Borgo Trento

massimo

Legnago, sul Salieri cala la scure dello spoil system Longhiano: una poltrona per Shahine?

massimo

San Bonifacio, Soave ha nominato la giunta: Turri è vicesindaco

massimo

Caso caporalato nel Basso Veronese, Mirandola (Uila): «Una macchia sulla produzione agricola veronese»

massimo

Caso di caporalato nella Bassa, la Cgil: «Caporali stranieri ma le aziende sono Veronesi»

massimo

Nuovo caso di caporalato nel Basso Veronese: 33 indiani sfruttati come schiavi nella campagne da due connazionali

massimo