15.8 C
Verona
20 Settembre 2021
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona città

Il Teatro Romano concesso dal Comune per una festa privata “on ice”

teatro-romano

Il Teatro Romano trasformato dal 24 settembre al 1° ottobre in una pista di pattinaggio sul ghiaccio per la festa privata di un’azienda. È quello che potrebbe succedere a Verona dove lo storico anfiteatro (dopo l’Arena che già da anni viene utilizzata, con non poche polemiche, per ospitare lo spettacolo “Opera on ice”) è stato richiesto negli scorsi mesi sempre dalla società Opera on Ice ma stavolta per realizzare l’evento privato  “Cinema on Ice” di una ditta di marmi della Valpolicella, la “Antolini Luigi & c”.

Lo si apprende dalla decisione della giunta del sindaco Flavio Tosi che, il 14 giugno scorso, ha espresso «parere favorevole» alla concessione del Teatro Romano al privato, a condizione che «sia garantita la visitabilità del museo archeologico» e previo «parere favorevole della Soprintendenza». La vicenda è stata portata alla luce solo oggi dal consigliere comunale del Pd Michele Bertucco, che commenta: «Ho scoperto questa richiesta che sembra la scena di un film di Totò. Malgrado il parere fermamente contrario degli uffici, che si appellano al decoro del monumento, alla programmazione di eventi già in corso, e persino alle previsioni meteo che darebbero “pioggia persistente” per quel periodo, Tosi e soci dicono sì». Sì ad una richiesta che porterebbe a sbaraccare il teatro Romano (la pista del ghiaccio occuperebbe proprio la zona del palcoscenico e della platea) ed alla chiusura del Museo Archeologico, aperto pochi mesi fa, da 12 al 14 settembre.

Una vicenda che in città sta scatenando la polemica. Scrivono, infatti, nel loro parere gli uffici comunali: «Si osserva che la trasformazione in pista di ghiaccio di un sito archeologico così delicato e bisognoso di restauro quale il Teatro Romano apparirebbe in forte contrasto con la sensibilità dimostrata dall’amministrazione nel promuovere e gestire la ristrutturazione del Museo Archeologico, e che l’utilizzo proposto appare non consono al decoro del monumento».

Condividi con:

Articoli Correlati

Gazzo Veronese, vertenza con sciopero alla Piva Group per il rinnovo del premio di risultato

massimo

Marano di Valpolicella, ultrasettantenne urta due auto e si capotta: due feriti

massimo

Bollo auto, la Regione ricorda che il 30 settembre scade la proroga per pagarlo

massimo

Bovolone, domani arriva Civati a sostenere il candidato della civica “Bovolone Nostra”

massimo

Colognola ai Colli, pompieri a lavoro nella notte per arginare la perdita di vetro fuso da un forno

massimo

Mozzecane, finisce fuori strada e si ribalta nella notte con l’auto: è grave

massimo