26.2 C
Verona
16 Agosto 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Inchiesta sul software del Servizio tossicodipendenze: tolti i domiciliari ai tre medici

Vrona Sert

Il tribunale del Riesame di Venezia ha accolto ieri, solo parzialmente, la richiesta dei legali dei tre professionisti arrestati il 13 maggio sulla base dell’ordinanza firmata dal gip Luciano Gorra e ha sostituito la misura cautelare con quella interdittiva. Tornano quindi liberi i dirigenti medici dell’Ulss 20 Giovanni Serpelloni (che fu anche per anni il capo delle politiche antidroga del Consiglio dei Ministri), Maurizio Gomma e Oliviero Bosco, ma rimangono temporaneamente sospesi dall’esercizio delle loro funzioni all’Ulss 20 di Verona.

I tre sono indagati dalla Procura della Repubblica di Verona per tentata concussione (una richiesta di 100 mila euro a Ciditech, la ditta che dopo aver materialmente realizzato il software utilizzato per archiviare i pazienti del Ser.D. aveva mantenuto la gestione della manutenzione) e la turbativa d’asta (riguardo ad una gara per assegnare il servizio di manutenzione con modalità che la Procura ritiene non regolari).

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo