16.4 C
Verona
19 Maggio 2024
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona provincia

La stagione dell’olio, Gambin (Aipo): «Annata segnata dagli sbalzi climatici»

Un olivo da curare sempre di più a causa dei cambiamenti climatici che ne stanno modificando la vita produttiva. Con un’annata 2023 che nel Veronese vede una produzione in calo compensata però da rese maggiori. È quanto emerge dalla raccolta delle olive in corso nel Veronese.

«In questi ultimi dieci anni il cambiamento climatico è andato a modificare le fasi di crescita dell’olivo, con inverni miti e primavere lunghe con temperature basse anche fino ai primi di aprile, e quest’anno anche fino a maggio. La pianta d’olivo mette in moto le radici quando la temperatura del terreno supera i dieci gradi. Quindi non va in produttività, e deve fare ricorso a tutte le sostanze di riserva. Qui – spiega Enzo Gambin, direttore dell’Aipo di Verona, l’Associazione interregionale dei produttori olivicoli -, l’uomo deve intervenire per modificare tutta l’attività agronomica, anticipando le concimazioni da subito dopo la raccolta, eseguire potature primaverili leggere e ritornare a fare le rimonte estive, dove si tolgono polloni e succhioni che rubano nutrimento alla pianta. Come si faceva una volta. Come Aipo già da tre anni diamo queste informazioni ai nostri produttori associati». [LEGGI DI PIÙ QUI]

VIDEO: Olivo, prepariamo le piante alla stasi vegetativa

Condividi con:

Articoli Correlati

Bussolengo, il tour sulla sicurezza nella scuola della Regione arriva all’istituto Marie Curie

massimo

Verona, incontro sul tema della diffamazione online

massimo

Soave, dalle cantine le bottiglie di Recioto per la messa di Papa Francesco a Verona

massimo

Verona, oltre 2400 fotografi in gara da tutt’Italia al “The Photo Show”

massimo

Legnago, domani e domenica la mostra di pittura di Monica Saggioro alla Cascina del Parco

massimo

Maltempo, il Guà rompe gli argini e allaga i campi del Basso ed Veronese. La Cia: «Da anni gli agricoltori denunciano il pericolo»

massimo