2.5 C
Verona
28 Novembre 2022
Economia Economia Est Veronese In evidenza ultimaora

La veronese “Europe Energy” alla conquista del mercato dell’energia e del gas di Serbia e Croazia

Matteo Ballarin

La veronese “Europe Energy” alla conquista del mercato dell’energia elettrica e del gas di Serbia e Croazia. Il gruppo, che ha sede a San Martino Buon Albergo, ha firmato oggi, attraverso la società partecipata “LE Trading A.S.”, una lettera di intenti vincolante per l’acquisizione delle società “EDS Serbia” ed “EDS Croatia” per diventare l’operatore di riferimento per la vendita ai clienti finali (domestico e  partite iva ) di gas ed energia elettrica nell’area della ex-Jugoslavia.

Un’operazione del valore di 6 milioni di euro che consente alla società veronese, di avviare il business della vendita di energia elettrica e gas nel mercato serbo e croato dove Europe Energy ha una presenza già consolidata grazie alle attività di trading.

Saranno circa 500 i clienti, costituiti per lo più da filiali di aziende multinazionali che operano nell’area, che Europe Energy aggiungerà al proprio portfolio con l’acquisizione delle società in Serbia e in Croazia, che hanno già assunto la nuova denominazione “Energia Power&Gas”. La nuova “Energia Power&Gas Serbia” è infatti il secondo venditore di energia elettrica ai clienti finali in Serbia dietro il monopolista SEPS. “Energia Power&Gas Croatia”, invece, è attiva dal 2014 e sta continuando la sua crescita, in particolare nella fornitura di energia al segmento delle strutture ricettive.

Europe Energy, che opera nel mercato balcanico sin dal 2013 attraverso la società controllata LE Trading A.S., ha attualmente come clienti solo controparti trading e proprio grazie a questa acquisizione arriveranno i primi clienti finali. Nel 2016 Europe Energy è stato il terzo operatore grossista dell’area con volumi di energia movimentata superiori ai 3 miliardi di kWh. Si prevede che il giro d’affari di Europe Energy nel mercato balcanico arrivi, nel 2016, a raggiungere i 110 milioni di euro. Il gruppo ha chiuso il 2015 con un fatturato di 963 milioni di euro e un utile netto di 2,9 milioni.

«L’acquisizione delle due società in Serbia e Croazia – spiega Matteo Ballarin, presidente di Europe Energy Holding – di consente di dare una forte accelerazione al progetto di sviluppo retail anche fuori dai confini italiani. L’area balcanica è un mercato strategico e quest’ acquisizione rappresenta il primo gradino di un progetto ambizioso di crescita in questo mercato. Entro i primi mesi del 2017 infatti vogliamo essere presenti nella vendita ai clienti finali anche in Slovenia, Montenegro, Bosnia e Kosovo, con l’obiettivo di diventare l’operatore transnazionale di vendita di riferimento per l’area, portando anche qui la filosofia che contraddistingue Europe Energy nel campo retail, ovvero mettere al centro del nostro lavoro il cliente, costruendo con lui un rapporto diretto e personale».

Condividi con:

Articoli Correlati

Bovolone, 86enne investito da un’auto: è gravissimo

massimo

Verona, grazie ad Adiconsum recupera 4500 euro sottrattigli con una truffa bancaria via sms

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Nogara, al Teatro Comunale in scena “Come respirare. Storie di ordinaria violenza” sul tema della violenza di genere

massimo

Verona, ATV a Job&Orienta per cercare nuovi autisti tra i giovani

massimo

Verona, domani apre “Jo&Orienta” con 400 tra scuole, università, agenzie del lavoro e realtà come Acque Veronesi

massimo