8.6 C
Verona
4 Dicembre 2022
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Valpolicella

L’Amarone di Masi primo vino veneto tra i 10 migliori di Wine Spectator

boscainis

L’ Amarone Classico “Vaio Armaron Serego Alighieri 2008” di Masi è la prima etichetta veneta ad entrare nella “Top 10” della classifica Wine Spectator, la guida americana tra le più blasonate ed attese del vino mondiale.

La celebre rivista di settore è stata presentata ieri, martedì 10 novembre, e nella sua speciale classifica dei migliori 100 vini al mondo ha assegnato l’ottava posizione al prodotto principe dell’azienda della Valpolicella con 95/100.  «È la prima volta che un vino Veneto entra nell’olimpo dei migliori dei 10 migliori al mondo – sottolinea il presidente di Masi Agricola, Sandro Boscaini -. È la dimostrazione del valore potenziale del nostro territorio e del suo vino più storico e rappresentativo: un prodotto unico troppo spesso svilito da politiche di produzione, o meglio, di sovrapproduzione, e di commercializzazione orientate verso il basso. Questo traguardo – conclude Boscaini – conferma come la nostra terra sia naturalmente vocata all’alta qualità che non ammette compromessi».

Alison Napjus, senior editor della rivista più autorevole al mondo, descrive così il Vaio Armaron Serègo Alighieri 2008 di Masi: «Un rosso elegante, impeccabilmente bilanciato, tannini scolpiti e sapori finemente amalgamati di amarena, prugna, tabacco secco, cioccolato fondente e spezie legnose. Una vena ricca di note minerali orchestrano il finale. Da bere ora fino al 2035».

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Sanità, domani sera su Report un’inchiesta sulla situazione di ospedali e pronto soccorsi in Veneto

massimo

Verona, lutto nel mondo agricolo e sindacale per la scomparsa di Laura Ferrin

massimo

Rinnovabili, Borchia (Lega): «Pericolo dipendenza tecnologica da Cina, ora creare filiera fotovoltaico in Europa»

massimo

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo