7.7 C
Verona
2 Dicembre 2022
Est Veronese In evidenza Sport Sport

Maglie dei calciatori di Hellas e Chievo all’asta per beneficenza

lavagno-maglie

È stato presentato oggi, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, dal consigliere con delega allo sport Andrea Sardelli, l’evento sportivo e di beneficenza che si terrà a Lavagno nel mese di maggio. Erano presenti: David Di Michele, assessore allo Sport del Comune di Lavagno; Sandro Mazzola, responsabile relazioni esterne Hellas Verona; Massimiliano Rossi, responsabile relazioni esterne Chievo Verona; Daniele Perina, responsabile relazioni esterne AGSM Verona femminile.

In occasione della terza edizione del Torneo Nazionale di Calcio Giovanile Città di Lavagno, le società del calcio professionistico: Hellas Verona, Chievo Verona e AGSM Verona femminile, hanno donato al comune alcune maglie da gara firmate dai loro atleti. Il ricavato della vendita all’asta, che si svolgerà unicamente on-line, verrà finalizzato all’acquisto di un defibrillatore da mettere a disposizione degli atleti e del pubblico degli impianti sportivi di Lavagno.

L’iniziativa benefica, organizzata dall’amministrazione comunale, in collaborazione con le società sportive, si propone di unire lo sport con l’impegno sociale. Le maglie saranno messe all’asta durante il mese di maggio sulla piattaforma virtuale accessibile dal sito del Comune di Lavagno. Il costo della singola maglia autografata è di 150 euro.

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo

Verona, folle fuga in auto contromano in tangenziale per scappare ai Carabinieri

massimo

San Bonifacio,  arrestati dai Carabinieri i due autori della rapina ad un’anziana al cimitero

massimo