26.2 C
Verona
13 Luglio 2024
Cronaca Cronaca Est Veronese In evidenza

Lavagno, mozione del gruppo consigliare “Progetto Lavagno”: «Usare l’avanzo 2019 per aiuti a famiglie e imprese»

Usare l’avanzo lasciato dalla precedente amministrazione per sostenere imprese e famiglie nell’emergenza Covid 19. È la proposta lanciata in queste ore a Lavagno dal gruppo di minoranza “Progetto Lavagno”, rappresentato in consiglio comunale dal vicepresidente della Provincia, David di Michele, e da Daniele Papa. I due consiglieri comunali hanno presentato una mozione nella quale chiedono all’amministrazione comunale di mettere in atto una serie di misure concrete per le famiglie Lavagnesi e le attività locali.

«Riteniamo doveroso, alla luce dello choc economico e sociale subito per quest’emergenza sanitaria da imprese, attività commerciali e famiglie, garantire loro il massimo sostegno – scrivono i due consiglieri -. Per questo suggeriamo di utilizzare l’importante avanzo lasciato dalla precedente amministrazione, visto anche che le misure messe in campo dal Governo centrale non sono sicuramente sufficienti, per garantire alle famiglie e alle attività economiche in difficoltà il massimo supporto».

La mozione invita il sindaco di Lavagno, Marco Padovani, e la giunta comunale ad apportare i seguenti provvedimenti: esenzione totale del pagamento della Tari, la tassa sui rifiuti, e dell’Imu, l’imposta sugli immobili, per il periodo di chiusura delle attività con riduzione delle tariffe per il restante 2020; sanificazione continua degli spazi pubblici, strade, strutture comunali e intensificazione dei controlli per il rispetto delle norme di sicurezza (uso di mascherine e guanti e distanziamento); ampliamento del bonus baby sitter con un contributo alle scuole dell’infanzia e agli asili nido; proroga dei buoni spesa per le fasce più in difficoltà per il mese di maggio, giugno, luglio, agosto e settembre in accordo con supermercati locali; utilizzo delle risorse per eventuali manifestazioni ed estate teatrale che non potranno svolgersi per l’emergenza Covid-19, destinandole per le iniziative a sostegno famiglie e delle attività produttive; destinare un fondo per famiglie ed alunni per l’acquisto dei computer per le didattiche a distanza.

“Progetto Lavagno”, inoltre, fa sapere che i consiglieri David Di Michele e Daniele Papa devolveranno la propria indennità sino a “fine mandato” per l’acquisto di dispositivi di protezione da distribuire alla popolazione.

Condividi con:

Articoli Correlati

Albaredo d’Adige, scomparso l’ex sindaco Erminio Guzzo: fu l’ultimo della Dc

massimo

Verona, un morto sulla Serenissima questa notte nello scontro tra due auto

massimo

Verona, festa della Cgil venerdì sabato e domenica nell’area verde davanti alle Piscine Santini

massimo

Legnago, scintille tra Ambrosini e il neosindaco Longhi nel primo consiglio della nuova amministrazione

massimo

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, qui sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Ciclismo, Magagnotti (Autozai Contri) è campione europeo nell’inseguimento a squadre

massimo