25.1 C
Verona
16 Giugno 2021
Cronaca In evidenza ultimaora

Lazise, arrestati dalla Squadra Mobile di Verona con 5,5 chili di cocaina nel vano motore dell’auto

Nel tardo pomeriggio di venerdì 14 maggio, gli uomini della Sezione Antidroga della Squadra Mobile, nell’ambito della specifica attività di prevenzione e contrasto al traffico di droga condotta sulla riviera veronese del lago di Garda, in località Lazise, hanno arrestato due cittadini albanesi, V.X. del e M D., rispettivamente 24 e 27 anni, per detenzione ai fini di spaccio, in concorso tra loro, di oltre 5 chilogrammi e mezzo di cocaina suddivisa in più involucri di diverso peso e dimensioni, nonché di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’attività investigativa è stata avviata a seguito di segnalazione di un frequente andirivieni di soggetti di etnia albanese all’interno del residence denominato “Corte Pontigliardo”. Nel corso di un servizio specifico svolto in zona nel pomeriggio di venerdì scorso gli operatori hanno avuto modo di notare una Peugeot 308, condotta da un soggetto che, all’altezza del cancello d’ingresso del residence, si stava affiancando ad un altro a piedi, per farlo salire a bordo; gli agenti hanno deciso di procedere all’identificazione dei due uomini che però, appena intuita la presenza della Polizia, si sono dati alla fuga nelle campagne circostanti. Prontamente inseguiti, i soggetti sono stati raggiunti e bloccati.

Successivamente gli agenti della narcotici hanno proceduto alla perquisizione degli arrestati e dell’autovettura, attività, questa, che ha consentito di rinvenire la chiave dell’unità immobiliare del residence di Corte Pontigliardo, tre smartphone, e la somma complessiva di denaro di circa 700 euro. Sull’autovettura Peugeot è stata rinvenuta nel cofano, incastrata vicino alla batteria, una borsa gialla contenente due “mattonelle” avvolte in cellophane trasparente e scotch nero, rispettivamente del peso lordo di grammi 1,229 e 1,085 kg, che all’esito del narcotest si sono rivelate piene di cocaina.

Nel corso della successiva perquisizione all’interno dell’appartamento del residence, sono state rinvenute alcune bilance elettroniche per la pesatura all’ingrosso e altri bilancini per la pesatura spicciola. Successivamente, giunti in Questura, gli agenti hanno perquisito minuziosamente l’autovettura riuscendo a scovare un vano doppio fondo creato ad hoc sotto il tunnel centrale dell’auto, richiuso da una botola in metallo al cui interno sono state rinvenute due “mattonelle”, avvolte in scotch di colore rosso e blu, del peso lordo rispettivamente di grammi 1,228 e 1,221 kg, nonché due pezzi in sasso avvolti in cellophane trasparente, del peso lordo rispettivamente di grammi 610 e 184 grammi, che all’esito del narcotest si sono rivelati contenere cocaina.

I due cittadini albanesi, come disposto dalla competente A.G., sono stati tradotti presso la casa circondariale di Trento in attesa dell’udienza di convalida, all’esito della quale è stato convalidato l’arresto e disposta la misura della custodia cautelare in carcere.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, assemblea pubblica del centro sinistra in vista delle amministrative 2022

massimo

Verona, all’Università convegno internazionale sul ruolo dell’Unione europea nel Mondo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Bardolino, Raoul Bova al Film Festival con il suo “Ultima gara”

massimo

Dazi Usa, Abbona (Unione italiana vini): «Bene la sospensione di 5 anni del contezioso»

massimo

Bussolengo, visitatore abbandona un “drago d’acqua cinese” al Parco Natura Viva

massimo