14 C
Verona
30 Settembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Lazise, austriaco arrestato per rapina ai danni di due turisti tedeschi

I carabinieri con il coltello sequestrato all’austriaco

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Peschiera del Garda hanno tratto in arresto C. H., cittadino austriaco, classe ’64, coniugato, nullafacente, in flagranza dei reati di rapina aggravata e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Tutto accade la mattina di ferragosto, in località Porto a Pacengo di Lasize, dove l’uomo ha rapinato due turisti tedeschi. Sul posto sono però subito giunti i carabinieri del Nucleo operativo che, preso contatti con le vittime e alcuni testimoni per ricostruire in modo compiuto la rapina denunciata, si sono posti alla ricerca del colpevole, che è stato di fatto rintracciato alcuni momenti dopo mentre si stava avvicinando alla sua autovettura. L’uomo, non avvedendosi della presenza dei militari, stava cercando di salire a bordo dell’auto per darsi alla fuga ma è stato fermato e bloccato. Sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato ancora in possesso di uno dei due telefoni cellulari precedentemente sottratti nonché di un coltello a serramanico della lunghezza di 22 cm, utilizzato per perpetrare il delitto. L’arma è stata quindi sottoposta a sequestro mentre i telefoni cellulari restituiti ai legittimi proprietari.

I due turisti tedeschi si erano recati al porto di Pacengo di Lazise per fare colazione e avevano iniziato a scattare alcune fotografie del posto con i loro smartphone. In quel momento hanno notato un soggetto alto, robusto e calvo, vestito solo con i pantaloni e scalzo (successivamente identificato nell’arrestato) che, dopo aver parcheggiato la propria autovettura Porsche 911, aveva iniziato a passeggiare nella piazzetta del porto con un atteggiamento strano, perché, appena i due tedeschi erano arrivati al porto, l’uomo aveva cominciato a seguirli e girarli intorno. A un tratto, C. H. si era avvicinato ai malcapitati e, con fare minaccioso, aveva puntato contro di loro un coltello a serramanico, intimando di consegnargli i telefoni cellulari. A quel punto i turisti, spaventati dalla minaccia subìta, avevano consegnato i telefoni al malfattore che, subito dopo, si era allontanato in direzione del vicino camping “Eurocamping”.

I Carabinieri hanno effettuato ulteriori accertamenti, appurando che le targhe associate all’autovettura in uso all’arrestato erano gravate da segnalazione di ricerche e contestuale richiesta di sequestro da parte della Polizia Austriaca, pertanto hanno effettuato altresì il sequestro della stessa.

Alla luce di quanto riscontrato, C. H. è stato dichiarato in stato di arresto per il reato di rapina aggravata e possesso ingiustificato di arma da taglio e, a seguito dei prescritti rilievi fotografici e dattiloscopici, è stato associato presso la casa circondariale di Verona Montorio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Poste Italiane, i cittadini di Legnago, S. Bonifacio, Pescantina coinvolti nel progetto “Etichetta la cassetta”

massimo

Legnago, lutto nel mondo politico e sindacale per la scomparsa di Rolando Vedovelli

massimo

Scuola&Alimentazione, lanciato dalla sede Enaip il concorso “La salute nel piatto”

massimo

Verona, perde il controllo dell’auto e finisce contro un Tir colpendone il serbatoio: illeso ma strada chiusa per 3 ore

massimo

Salute, aperte le prenotazioni per le seconde dosi booster dai 12 anni in sù

massimo

Associazioni, i 50 anni dei “Veronesi nel mondo” e la “Giornata dei veneti nel Mondo”

massimo