4.6 C
Verona
27 Gennaio 2023
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, al sit-in a difesa dell’ospedale pochi sindaci ma tanti cittadini

Sono solo quattro, i sindaci che rispondono alla chiamata del primo cittadino legnaghese, Clara Scapin: Andrea Tuzza di Villa Bartolomea, Fosca Falamischia di Bevilacqua, Sabrina Chinaglia (vice)  in rappresentanza di Terrazzo e Vincenzino Passarin di Boschi Sant’Anna. Presente inoltre, a titolo personale, Anna Bonfante, assessore a Sanguinetto, mentre il suo collega morubiano Matteo Guerra è intervenuto in qualità di presidente del Comitato per la difesa dell’ospedale Mater Salutis di Legnago.

Hanno inoltre aderito alla manifestazione anche il Tribunale del Malato e l’associazione Cuore di Donna, e alcuni ex primari come Giovanni Gobbi (Pronto soccorso) e Francesca Sordo (Anestesia).

Scapin ha informato sugli ultimi sviluppi riguardanti le schede ospedaliere, con notizie confortanti rispetto alle previsioni iniziali: “L’ultima bozza delle schede, che è stata resa pubblica solo domenica, ha corretto in parte le penalizzazioni, riportando il Mater Salutis servizi fondamentali per mantenerne la complessità e la qualità”.

Usd di Senologia chirurgica – cardiologica, conferma per quella di Anatomia patologica, ripristino della Farmacia ospedaliera e dei 16 posti di Psichiatria, tra le principali novità annunciate con le nuove schede.
Condividi con:

Articoli Correlati

Isola della Scala, l’Ulss 9: «A febbraio la sala d’attesa della Guardia medica tornerà all’interno dell’ex ospedale»

massimo

Legnago, domani al Minghetti una “escape room” educativa sui campi di concentramento nazifascisti

massimo

Monteforte d’Alpone, ladri in fuga intercettati e arrestati dai Carabinieri

massimo

Verona, domani in fiera il via alla tre giorni del Motor Bike Expo

massimo

Verona, inaugurata in Biblioteca Frinzi,la mostra “Menestrella nel Lager”

massimo

Partito Democratico, Franco Bonfante candidato unico a segretario provinciale

massimo