20.3 C
Verona
23 Maggio 2024
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, alla parrocchia di Casette le reliquie del beato Carlo Acutis

La comunità di Casette di Legnago si prepara ad accogliere e custodire le reliquie del beato Carlo Acutis, in una settimana Eucaristica di ripartenza dal 3 al 10 ottobre. È un appuntamento sentito e atteso quello della Settimana Eucaristica di ripresa delle attività, sia perché tocca la festività di S.Francesco che ricorda le origini e lo stile della comunità parrocchiale di Casette, sia perché segna una ripartenza delle attività e dei percorsi comunitari con l’accoglienza delle reliquie di I° livello del Beato Carlo Acutis,

Carlo Acutis (nella foto), nato a Londra nel 1991 e vissuto a Milano, trascorse lunghi periodi ad Assisi, dove respirò la spiritualità di San Francesco. Colpito da una forma di leucemia fulminante, la visse come prova da offrire per il Papa e per la Chiesa. Lasciò questo mondo il 12 ottobre 2006. I resti mortali riposano dal 6 aprile 2019 ad Assisi, nella chiesa di Santa Maria Maggiore. Il 10 ottobre 2020 è stato beatificato nella basilica papale di San Francesco.

«Abbiamo pensato di richiedere ed accogliere le reliquie del Beato Carlo Acutis, come messaggio e segno di speranza per tutti i bambini, i ragazzi e le famiglie; come segno di presenza di una testimonianza di vita donata – racconta il parroco Don Marco -. Spesso siamo abituati a pensare a Beati come persone distanti, ma Carlo Acutis ci dice che Dio e Gesù sono nella quotidianità, nella vita di ogni giorno e per questo toccano la nostra modernità più che mai e ci interrogano».

Una richiesta nata da un percorso di comunità che ha trovato l’appoggio del vescovo monsignor Giuseppe Zenti, che ha voluto intercedere per questo dono speciale. L’evento religioso inizierà con le S.Messe del 2 e 3 ottobre dover verranno accolte le reliquie provenienti da Assisi: il 2 ottobre alle 18,30 e il 3 ottobre alle 8, alle 10 particolarmente per le elementari, alle 11,15 per medie adolescenti giovani e alle 18,30.

Lo slogan della settimana sarà la frase tanto cara a Carlo Acutis: «L’Eucarestia è la mia autostrada per il cielo». La settimana sarà quindi un cammino è un percorso in questa autostrada di vita, di fede e di comunità. Ogni giorno riprenderà un messaggio del beato e vedrà lunedì 4 ottobre alle 16 la Celebrazione penitenziale per le quinte elementari e medie ed alle 20,30 la S. Messa con Frà Albert da Chiampo animata dalla Schola Cantorum; martedì 5 alle 20,30 la S. Messa con don Sebastiano Cassini, prorettore del seminario, animata dal coro delle elementari; mercoledì 6 alle 20,30 la S. Messa con don Paolo Cagnazzo, nuovo direttore Domus Pacis, animata dal coro delle medie; giovedì 7 alle 15,30 la S.Messa con unzione degli infermi ed alle 20,30 la S. Messa con don Nicola Agnoli, biblista, animata dalla Schola Cantorum; venerdì 8 alle 16 incontro in Chiesa con tutte le elementari, alle 19 incontro in Chiesa cresimandi, adolescenti e giovani ed alle 20,30 la S. Messa con don Luca Zamboni, nuovo direttore Domus Pacis, animata dal Coro Giovani. Il 9 e il 10 ottobre si concluderà la settimana eucaristica con affidamento della comunità al Beato Carlo Acutis.

 

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Valpolicella, approvato il bilancio del Consorzio di tutela della Doc: 3,8 milioni di fatturato

massimo

Verona, domenica a Villa Buri la “Festa dei Popoli” con tema “In cammino per la pace”

massimo

Polato (FdI): «L’Europa sia unita contro l’eccessiva capacità cinese. Rischio da Pechino di dazi al vino europeo»

massimo

Verona, incontro sull’Autonomia differenziata con Paolo Borchia e il ministro Calderoli

massimo

San Bonifacio, alzato il ponte della Motta per far passare l’Alpone in piena

massimo