12.4 C
Verona
29 Settembre 2022
Basso Veronese Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, apprensione per un infermiere dell’ospedale nelle Filippine colpite da un forte terremoto

Moscato con la fidanzata nelle Filippine

Ore di apprensione a Legnago per la sorte di Nicola Moscato, infermiere di Casaleone che lavora all’ospedale Mater Salutis, in Pediatria, e che da ieri è nella città di Davao, nelle Filippine, proprio nel cuore della zona colpita 10 ore fa da un forte terremoto di magnitudo 6,3. La Farnesina è riuscita questa mattina a raggiungerlo via chat e Moscatoi ha confermato di stare bene anche se la situazione a Davao sarebbe difficile, con palazzi crollati, diversi feriti e anche per ora un morto.

Moscato è nelle Filippine per sposarsi ed il matrimonio dovrebbe tenersi proprio in queste ore, alle 8,30 del mattino locali (pare che il sindaco del paese si fosse dimenticato di prenotare la chiesa). «Io e la mia fidanzata stiamo bene e attualmente ci troviamo a Midsajap, a tre ore d’auto da Davao. Eravamo in hotel ieri sera quando c’è stata la scossa di terremoto – fa sapere via chat Moscato -. È stato fortissimo, è tremato tutto e siamo scappati all’esterno e abbiamo atteso che la situazione si normalizzasse. So che a Davao, dove abitano i parenti della mia futura moglie, i danni sono stati pesanti. Io ero lì solo 12 ore prima del terremoto. Ringrazio la Farnesina che, devo dire in modo efficientissimo, mi ha telefonato 10 minuti dopo la scossa di terremoto per sapere come stavo e se avevo bisogno di qualcosa».

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, perde il controllo dell’auto e finisce contro un Tir colpendone il serbatoio: illeso ma strada chiusa per 3 ore

massimo

Salute, aperte le prenotazioni per le seconde dosi booster dai 12 anni in sù

massimo

Associazioni, i 50 anni dei “Veronesi nel mondo” e la “Giornata dei veneti nel Mondo”

massimo

Bardolino, il paese del Garda diventa sempre più verde: 120 mila euro per parchi e nuovi alberi

massimo

Legnago, consegnato all’istituto Medici il libro sul sacrificio del generale Dalla Chiesa

massimo

Occupazione, le farmacie Veronesi cercano oltre 30 laureati da assumere

massimo