16.2 C
Verona
27 Ottobre 2020
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, da domenica 20 settembre al 4 ottobre la prima edizione del festival “Legnago Bike”

Domenica si apre a Legnago la settimana dedicata agli amanti delle due ruote. La prima edizione del festival “Legnago Bike”, manifestazione organizzata in tandem dagli assessorati allo sport e alle attività economiche del Comune di Legnago, andrà in scena da domenica 20 settembre, con la gara di Mtb (Mountain Bike) valida per il Campionato Provinciale, primo e nuovo appuntamento sportivo, a domenica 4 ottobre.

«Abbiamo pensato ad un festival che coinvolga tutta la città, ma anche tutto il Basso Veronese, con eventi che vanno dalle gare sportive agli appuntamenti culturali che verranno proposti al il museo Fioroni, a partire dalla mostra fotografica documentale storica sulla linea ferroviaria Ostiglia/Treviso a cui seguirà una conferenza sugli sviluppi delle ciclovie regionali, fino alla “Skarrozzata” evento per sensibilizzare le persone normodotate al tema delle barriere architettoniche, sfidandole a muoversi in città con una sedia a rotelle – spiega l’ assessore allo sport Luca Falamischia -. L’obiettivo è da una parte di promuovere e valorizzare il nostro territorio, facendolo scoprire attraverso il suo potenziale ciclabile. Dall’altra rendere partecipi tutti i cittadini, di qualsiasi età, nella promozione di uno sport diffuso amatorialmente, ma da incentivare nell’ambito agonistico, sensibilizzandoli anche ad uno stile di vita più sostenibile, vivibile ed accogliente».

Dal 20 settembre, quindi, Legnago diverrà per una settimana la capitale della bicicletta con due competizioni sportive, la prima di “Mtb” (mountain bike) con il richiamo di circa 200 atleti; la seconda di bicicletta da corsa “Primi Sprint” dedicata ai ragazzi su circuito cittadino.

«Durante tutta la manifestazione – riprende Falamischia – verranno proposti itinerari ciclo-turistici con passaggio in località del territorio nel quale sono insediate attività con possibilità di pranzi e degustazioni. Percorsi pensati per essere adatti per le famiglie».

«Il tutto in un’intera settimana dedicata alla bicicletta, con le vetrine dei negozi allestite a tema. Vogliamo superare i confini di Legnago, coinvolgendo tutto il Basso Veronese in un format da ripetersi ogni anno, allargandolo magari già dal 2021 ai comuni confinanti, da Cerea a Minerbe, coinvolgendoli nel percorso delle gare sportive come delle uscite cicloturistiche – spiega l’assessore alle attività economiche, Nicola Scapini -. La Pianura Veronese ha un vero patrimonio turistico di piste ciclabili, dobbiamo valorizzarlo e sfruttarlo».

Al progetto contribuiscono le società organizzatrici “Asd Giomas” per la gara Mtb, “Gs Luc Bovolone” per la corsa su strada, le associazioni ciclistiche di Legnago, gli istituti scolastici Liceo Artistico Minghetti con lo studio del logo e locandina, il Liceo Sportivo Cotta con l’organizzazione di un seminario, il museo Fioroni con la mostra fotografica/documentale storica, la Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta), il Gruppo fotografico “L’Obiettivo”.

L’evento doveva tenersi tra fine marzo ed i primi di aprile, ma è slittato per il lockdown dell’emergenza Covid.

La gara di Mtb si disputerà nei percorsi golenali di destra e sinistra Adige, con partenza ed arrivo nel parcheggio sovrastante piazza San Martino. Aperta agli enti, le iscrizioni avverranno nel sito www.veronamtbinternational.org. Ritrovo dalle 7,30 e via alle gare dalle 8,55. Attesi circa 200 atleti.

Da sabato 26 settembre a domenica 4 ottobre gli eventi al museo Fioroni con il 26 settembre l’apertura, alle 15,30 con la presentazione del libro “Ostiglia-Treviso. Dal 1887 al 1915”, della mostra fotografica-documentale storica sulla linea ferroviaria Ostiglia-Treviso, curata dal ceretano Federico Carbonini, presidente dell’associazione “Treviso-Ostiglia 13.6”. A seguire, alle 16,15 il convegno “La Treviso-Ostiglia e le ciclovie veronesi tra passato e futuro”, ideato da Fiab Verona e “Treviso-Ostiglia 13.6” con relatori Corrado Marastoni presidente Fiab Verona, Andrea Restivo di “Bassainbici” di Legnago, Elisa De Berti, assessore regionale uscente ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti.

Sempre sabato dal 26 settembre la prima “Skarrozzata a Legnago”, evento nato per sensibilizzare le persone normodotate con la prova pratica di immedesimarsi a muoversi in città con le sedie a rotelle. Al mattino visita, su prenotazione, al “Livello 33” di proprietà dell’azienda Agricola Antoniazzi a Porto. I partecipanti potranno muoversi all’interno dell’azienda, soffermarsi nelle varie aree allestite, fra animali esotici e coltivazioni di piante aromatiche e, seguiti da un personal trainer, provare alcuni esercizi del percorso dell’Agripalestra. Su prenotazione sarà possibile pranzare al ristorante galleggiante sull’Adige “Al410”, a Legnago. Nel pomeriggio si partirà dal parcheggio del ristorante per muoversi in carrozzina, bicicletta o a piedi, attraversando il centro di Legnago, con meta al campo da basket all’aperto, in viale dei Tigli dove si potrà assistere ad una dimostrazione dell’Olympic Basket di Verona (squadra di basket con atleti in carrozzina) con gli atleti del Legnago Basket che parteciperanno all’esperienza di fare qualche canestro dalla carrozzina.

Ancora sabato 26 settembre in programma la gara crono “Primi sprint”, dalle 15 in via XX settembre, a lato del Parco di Legnago, dedicata ai ragazzi dai 7 ai 12 anni.

Da domenica 27 settembre al 4 ottobre al Torrione il Gruppo Fotografico “L’Obiettivo” allestirà la mostra fotografica “La bicicletta nel tempo”.

Mercoledì 30 settembre il seminario ‘’Una vita con le due ruote: la salute in bicicletta; dal bambino all’anziano fino al corridore professionista’’, organizzato dal Liceo Scientifico Sportivo Cotta, al Teatro Salus, dalle 10,45 alle 12,35. All’evento sono invitati gli studenti degli istituti scolastici superiori di Legnago e Cerea, un medico sportivo, un nutrizionista, un tecnico del ciclismo ed un ciclista.

Si chiude domenica 4 ottobre con la cicloturistica “In bici a ritmo d’acqua”, una gita in bicicletta lungo la ciclabile del Bussè su due percorsi, uno corto fino all’aeroporto, dove sarà possibile visitare gli aerei e la struttura (indicato anche per bambini) e l’altro più lungo fino a Torretta, con possibilità di pranzare al ristorante galleggiante “Il Tintero” o al sacco.

Articoli Correlati

Cerea, agenzia di marketing lancia un bonus di 100 euro a sostegno di bar e ristoranti

massimo

Verona, si rischia lo sciopero degli infermieri all’ospedale di Borgo Trento

massimo

Finanza, webinar di Educazione Finanziaria con ConfimpresaItalia Verona

massimo

Coronavirus, nuova ordinanza di Zaia: didattica a distanza per il 75% degli studenti

massimo

Bruxelles, Borchia (Lega): «I fondi del Meccanismo per collegare l’Europa devono tornare ai territori»

massimo

Verona, in municipio la mostra “I ponti in cemento armato”

massimo