6.3 C
Verona
29 Novembre 2022
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, Gandolfini costretto a dare forfait per problemi di famiglia all’incontro contestato dell’altra sera

Alla fine l’altra sera, venerdì 7 febbraio, l’uomo del Family Day non si è presentato a Legnago, costretto a dare forfait per «un’urgenza famigliare problematica», come ha comunicato il suo sostituto, Piercarlo Peroni. Introdotto dall’assessore Alessandra Donà, il relatore ha comunque illustrato le ragioni dell’associazione “Family Day difendiamo i nostri figli” presieduta da Gandolfini su “Dat – Disposizioni anticipate di trattamento, accanimento terapeutico o cure?”, che hanno riguardato difesa della vita e testamento biologico. Quest’ultimo tema contro cui si batte l’associazione che organizza i Family Day.

L’annuncio della conferenza di Gandolfini, nato a Roma nel 1951, neurochirurgo e psichiatra, direttore Dipartimento di neuroscienze e chirurgia testa-collo dell’ospedale Fondazione Poliambulanza di Brescia, famoso per essere stato nel 1978 fra i primi medici a dichiarare l’obiezione di coscienza rispetto alla legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza, aveva sollevato la protesta del gruppo consigliare Legnago Futura, che aveva chiesto venisse tolto il patrocinio del Comune alla serata, e soprattutto delle varie associazioni che difendono i diritti di omosessuali e lesbiche. Alla fine, Gandolfini non i è presentata e la serata è filata via senza problemi.

Condividi con:

Articoli Correlati

Cologna Veneta, vinto un premio da 20 mila euro al 10eLotto

massimo

Verona, sette persone all’ospedale, di cui 4 gravi, per un incidente tra più auto

massimo

Bovolone, 86enne investito da un’auto: è gravissimo

massimo

Verona, grazie ad Adiconsum recupera 4500 euro sottrattigli con una truffa bancaria via sms

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Nogara, al Teatro Comunale in scena “Come respirare. Storie di ordinaria violenza” sul tema della violenza di genere

massimo