9.5 C
Verona
23 Febbraio 2024
Basso Veronese In evidenza Politica Politica ultimaora

Legnago, Giorgio Soffiati è uscito dal Pd. Negli anni ’80 fu sindaco Pci

soffiatig

Giorgio Soffiati, uno dei padri nobili del Partito Democratico legnaghese, ha rassegnato sabato le sue dimissioni dal Pd, restituendo la tessera al circolo di Legnago. «Lascio perché non mi riconosco più nelle scelte politiche fatte a livello nazionale e perché a livello locale voglio evitare inutili strumentalizzazioni sulla mia persona», spiega Soffiati, facendo chiaramente capire di non voler aver più a che fare con le beghe e lo scontro in atto nella maggioranza consigliare a Legnago in queste settimane.

«Secondo me nessuno vuol far cadere la giunta – continua quello che dopo Giuseppe Masin fu negli anni ‘80 il secondo sindaco del Pci a Legnago, e tra i primi in Italia ad attuare il compromesso storico, amministrando allora assieme alla Democrazia Cristiana -. Quello che i consiglieri chiedono è che quest’amministrazione mantenga le promesse per le quali è stata eletta. Prima fra tutte quella di abbassare le tasse a chi sta soffrendo per una crisi ancora pesante. E poi per far tornare i cittadini proprietari del Comune, e non viceversa come è stato negli ultimi anni».

Condividi con:

Articoli Correlati

Salute, all’ospedale di Negrar il simposio mondiale sui trattamenti radioterapici di ultra precisione tramite Unity

massimo

Verona, domani sit-in in piazza Bra per la Pace in Palestina e Ucraina

massimo

Sanità, l’Oncologia dell’Azienda ospedaliera di Verona protagonista di un nuovo farmaco contro il tumore al pancreas

massimo

Villafranca, i sindacati proclamano lo stato di agitazione alla casa di riposo 

massimo

Verona, 8 arresti per associazione per delinquere, violenza sessuale aggravata, sfruttamento della prostituzione, detenzione di armi clandestine e truffa

massimo

Bardolino, il 29 febbraio (unica data in Veneto) Paolo Belli porta al teatro Corallo il suo “Pur di far Commedia”

massimo