1.2 C
Verona
9 Febbraio 2023
Basso Veronese In evidenza Politica Politica ultimaora

Legnago, Giorgio Soffiati è uscito dal Pd. Negli anni ’80 fu sindaco Pci

soffiatig

Giorgio Soffiati, uno dei padri nobili del Partito Democratico legnaghese, ha rassegnato sabato le sue dimissioni dal Pd, restituendo la tessera al circolo di Legnago. «Lascio perché non mi riconosco più nelle scelte politiche fatte a livello nazionale e perché a livello locale voglio evitare inutili strumentalizzazioni sulla mia persona», spiega Soffiati, facendo chiaramente capire di non voler aver più a che fare con le beghe e lo scontro in atto nella maggioranza consigliare a Legnago in queste settimane.

«Secondo me nessuno vuol far cadere la giunta – continua quello che dopo Giuseppe Masin fu negli anni ‘80 il secondo sindaco del Pci a Legnago, e tra i primi in Italia ad attuare il compromesso storico, amministrando allora assieme alla Democrazia Cristiana -. Quello che i consiglieri chiedono è che quest’amministrazione mantenga le promesse per le quali è stata eletta. Prima fra tutte quella di abbassare le tasse a chi sta soffrendo per una crisi ancora pesante. E poi per far tornare i cittadini proprietari del Comune, e non viceversa come è stato negli ultimi anni».

Condividi con:

Articoli Correlati

Formazione, 2.000 studenti hanno partecipato all Giornata internazionale sulla sicurezza in internet 

massimo

Cattolica trasferisce attività in Piemonte e la Cgil attacca: «Generali mostra il suo vero volto mettendo a rischio 90 posti di lavoro alla Insurecom»

massimo

Formazione, presentato il Piano Operativo Regionale “Persi, dispersi e ritrovati: le politiche per i giovani”

massimo

Negrar, i Carabinieri pedinano uno spacciatore fino a Montebello (Vicenza) per arrestarlo

massimo

Verona, sbloccato a Roma dal Cipess il progetto del Filobus con 6,73 milioni di euro di contributo in più

massimo

Verona, Adiconsum ottiene dall’Arbitro Bancario Finanziario il rimborso di 4.200 euro truffati ad un cittadino tramite sms

massimo