4.2 C
Verona
6 Febbraio 2023
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, incontro all’Ulss 9 per le scuole che hanno aderito al progetto di prevenzione “Peer Education”

Mercoledì 29 maggio, dalle ore 9 alle 13, in Sala Campedelli nella sede dell’Ulss 9 di Legnago si terrà un incontro formativo con gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado che hanno partecipato al programma “Peer Education”. L’incontro sarà tenuto da due rappresentanti dell’Osservatorio regionale, Silvia Michelini e l’educatore professionale Francesco Bettiol; in questa occasione saranno consegnati gli attestati di partecipazione ai Peer Educators.

Gli operatori del Gruppo Prevenzione del Dipartimento delle Dipendenze dell’Unità operativa complessa Dipendenze Bussolengo e Legnago, con sede a Legnago, da alcuni anni hanno scelto di aderire al programma regionale 3.PE Peer Education, progetto di prevenzione dei comportamenti a rischio negli adolescenti in ambito scolastico inserito nel Piano Prevenzione aziendale, sul tema HIV, MST (malatte sessualmente trasmesse) e alcol. Il programma si pone in continuità con le attività realizzate in Veneto negli ultimi dieci anni per la formazione di Peer Educators nell’ambito dell’educazione e promozione alla salute nelle scuole.

Gli istituti coinvolti in quest’anno scolastico nel legnaghese sono Da Vinci di Cerea, Giorgi di Bovolone, M. Minghetti e Silva Ricci di Legnago; sono stati formati 39 Peer delle classi quarte con il coinvolgimento dei Peer Senior nella fase del reclutamento e una Peer, che ha partecipato alla Summer School, nel percorso formativo. È stato invece il primo anno di sperimentazione della Peer Education per l’istituto Alberghiero Carnacina di Bardolino dove sono stati formati 26 peer delle classi terze.

Gli alunni individuati hanno partecipato a una formazione che li ha visti impegnati sia in orario scolastico che extra scolastico per un totale di circa 20 ore, diventando, in quanto Peer, promotori di comportamenti protettivi con i ragazzi più giovani, effettuando interventi di prevenzione sul tema HIV,MST e Alcol con gli studenti delle classi seconde nel legnaghese; sul tema sostanze alteranti a Bardolino.

La Peer Education nasce negli anni ’70 negli Stati Uniti e trova diffusione in Europa negli anni 90; è un approccio che valorizza le modalità di apprendimento partecipative, interattive e spontanee tra pari. La sua efficacia risiede nell’attitudine, tipica degli adolescenti, a orientare i propri comportamenti non soltanto in base alle informazioni ricevute, ma anche a ciò che fanno i coetanei, e in particolare coloro che possono proporsi come figure di riferimento.

Condividi con:

Articoli Correlati

Volley, a San Bonifacio il Montecchio batte la Sigel Marsala in tre set

massimo

Verona, va in fiamme l’auto: illesi gli occupanti soccorsi dai Vigili del fuoco

massimo

Monteforte d’Alpone, Ettore Prà, 17 anni, nominato da Mattarella “Alfiere della Repubblica”

massimo

Bardolino, oggi la Coppa Giulietta&Romeo tra il Garda e la Valpolicella

massimo

Verona, i sindacati sull’ennesimo morto sul lavoro: «Una strage che non si ferma»

massimo

Verona, la SuperBeton smantella l’impianto di via del Vegron. Bertiucco: «Vittoria dei cittadini di Montorio»

massimo