30.5 C
Verona
10 Agosto 2022
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, istituito al Mater Salutis un ambulatorio rinologico

Istituito in questo giorni all’ospedale Mater Salutis di Legnago un ambulatorio rinologico dedicato alle problematiche infiammatorie nasali e rinosinusali, in particolare alla poliposi nasale.

L’Unità operativa complessa di Otorinolaringoiatria di Legnago, diretta Francesco Fiorino, da tempo si occupa della patologia infiammatoria nasale e dei seni paranasali e del suo trattamento medico e chirurgico, anche utilizzando tecniche endoscopiche avanzate. La patologia rinosinusitica cronica colpisce circa il 10-14% della popolazione e in quasi la metà dei casi è associata a poliposi nasale, patologia che compromette significativamente la qualità di vita causando sintomi spesso invalidanti (difficoltà di respirazione, riduzione dell’olfatto, cefalea e secrezioni nasali), con numerose riacutizzazioni che richiedono terapie locali e sistemiche di lunga durata e la frequente necessità di sottoporsi a trattamento chirurgico. L’associazione con asma, riscontrata in percentuali variabili dal 30% al 70% dei pazienti con poliposi nasale, rende particolarmente impegnativo il quadro clinico e il suo trattamento. Numerose persone soffrono inoltre di riniti croniche, allergiche e non. Di conseguenza la patologia rinologica e sinusitica rappresenta una quota rilevante delle valutazioni ambulatoriali in ambito otorinolaringoiatrico. Di qui la decisione di istituire il nuovo ambulatorio rinologico.

Non solo, il reparto legnaghese è anche stato designato dalla direzione generale della Sanità della Regione Veneto come unico centro prescrittore nell’Ulss 9 Scaligera del Dupilumab, un farmaco biologico (anticorpo monoconale) da poco approvato dall’Aifa nel trattamento della poliposi nasale severa: un’arma formidabile nei casi che rispondono scarsamente ai trattamenti medici o che presentano multiple recidive dopo gli interventi chirurgici. Ciò rappresenta un riconoscimento del lavoro svolto in questi anni a Legnago e dell’approccio globale dedicato ai pazienti attraverso la collaborazione multidisciplinare tra medici delle branche di ORL, Pneumologia, Allergologia, Radiodiagnostica.

Condividi con:

Articoli Correlati

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo

Trasporti, l’europarlamentare veronese Borchia (Lega) attacca sulle nuove restrizioni al traffico al Brennero

massimo