10.6 C
Verona
1 Febbraio 2023
Basso Veronese In evidenza Politica Politica ultimaora

Legnago, la maggioranza riparte dal programma e stasera va in consiglio il Piano degli interventi

Il sindaco Clara Scapin ed il suo vice Simone Pernechele
Il sindaco Clara Scapin ed il suo vice Simone Pernechele

«Ci sono state delle frizioni e delle richieste di chiarimenti che abbiamo affrontato arrivando a stabilire un nuovo percorso programmatico destinato a far partire quanto prima progetti e opere per rilanciare la città», ha detto il sindaco Clara Scapin.

«Smentisco l’esistenza di una mia lettera di dimissioni. Ho solo detto al sindaco che se non vi fosse stato questo confronto sul programma sarei stato pronto alle dimissioni. E nessuno ha mai parlato di poltrone o incarichi. Il tema del dibattito è stato ed è il futuro di Legnago», ha chiarito il vicesindaco Simone Pernechele.

Sono le due dichiarazioni con oggi, alle 12 in municipio, la maggioranza ha voluto spiegare quanto avvenuto nei giorni scorsi e che il confronto che voi è stato si sia concluso attorno ad un rilancio del programma amministrativo e soprattutto sulla necessità di attuare quanto prima un piano di sviluppo economico, urbanistico, sociale di Legnago. Un programma di rilancio che partirà già stasera con l’adozione in consiglio comunale del Piano degli interventi del sindaco, lo strumento urbanistico che va a sostituire il vecchio piano regolatore.

«Non c’è stata nessuna richiesta di poltrone, a partire dalla Fondazione Cariverona, che tra l’altro scadrà in autunno, fino alla Lese, dove invece gli incarichi finiranno ad aprile – ha affermato con forza il sindaco Scapin affiancata nella conferenza stampa dal vicesindaco  Pernechele, portavoce del Gruppo misto che ha sollevato la scorsa settimana il tema programmatico -. Sulla Lese abbiamo, invece, aperto una discussione su quale sarà il compito di quest’organismo quando tra due anni avrà concluso la bonifica del vecchio alveo dell’impianto. La nostra idea è di farne, anche in vista dei movimenti di fusione di cui si parla tra Agsm Verona e Aim Vicenza, una multiutility del Basso Veronese, in grado di offrire più servizi e quindi di avere  la forza economica per continuare a gestire l’impianto di Torretta per i prossimi 30 anni di vita previsti della discarica».

«Siamo giunti a metà del percorso amministrativo di questa coalizione di governo e quindi ci è sembrato giusto, e soprattutto necessario nella situazione di crisi economica attuale, chiedere una verifica del programma ed un rilancio del progetto di Sviluppo territoriale che deve essere il cavalo di battaglia di questo governo – ha sottolineato Pernechele -. Su questo, abbiamo trovato un nuovo accordo che prevede un’accelerazione sui progetti in corso; la creazione di una struttura interna che faccia fronte a questa situazione coordinando progetti di rilancio de commercio, dell’economia, della cultura della città; una riorganizzazione della pianta organica del Comune da attuare attraverso uno studio dei carichi di lavoro per individuare dove poter intervenire per innovare anche dal punto di vista tecnologico la macchina amministrativa comunale. Va tenuto presente che da qui al 2020 avremo una ventina di dipendenti comunali che arriveranno all’età pensionabile e, visto che non tutti potranno essere sostituiti, questa riorganizzazione diventa anche obbligatoria».

«Quindi – hanno concluso all’unisono Scapin e Pernechele – nessuna crisi di maggioranza, nessuna lettera di dimissioni, nessuna rischia di poltrone. Ma un confronto interno per rendere l’azione di governo più forte soprattutto su quello che consideriamo un punto strategico: lo sviluppo territoriale di Legnago».

Condividi con:

Articoli Correlati

Processo Pfas, studio professoressa Facchin coerente col reato di disastro ambientale

massimo

Verona, “Rossi Moto” nuova concessionaria ufficiale Suzuki per il Veronese

massimo

Calcio Serie D, il Legnago Salus offre il bus ai tifosi per la trasferta ad Adria

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Negrar, a Villa Albertini lo spettacolo dedicato ad Arpad Weisz calciatore e allenatore morto ad Auschwitz

massimo

Verona, blitz della Polizia locale con sgomberi, arresti e sequestro di droga

massimo