7.7 C
Verona
31 Ottobre 2020
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, l’ultimo messaggio di Claudio Marconi: «Ricordatevi di me per il mio sorriso e per i valori in cui ho sempre creduto»

Ha voluto lasciare un ultimo messaggio ai tanti amici, ma anche alle tante persone che nella sua vita ha conosciuto, aiutato, spesso guidato. Claudio Marconi, prima di andarsene questa notte, ha pensato anche a questo, affidando alla moglie Luigina e alle figlie Elisa e Leda, questo profondo e toccante messaggio: «Quando un pensiero di me vi sfiora, ricordatemi per come mi avete conosciuto; ricordatemi per il sorriso che vi ho rivolto, per le parole che ho pronunciato; ricordatemi per il mio modo di fare e per i valori in cui ho creduto, sempre. Ricordatevi di me, per come sono stato. La malattia che mi ha portato via anzitempo è stata una piccola parte della mia vita, l’ultima e la più difficile da affrontare perché ha vinto lei, nonostante la forza con la quale l’ho combattuta e la speranza mai sopita; ha vinto lei e mi ha allontanato da questo mondo che ho amato e da chi è caro al mio cuore. Ha vinto lei ma non si è portata via tutto di me, non ha cancellato i legami, gli affetti, i pensieri che ho condiviso. Li lascio in custodia alle persone con le quali ho percorso tratti di strada, lunghi o brevi non importa. La mia assenza non lascia il vuoto. La morte è, infine, il prezzo per la vita piena che ho vissuto».

Articoli Correlati

Bovolone, il nuovo assessore è Maria Teresa Burato

massimo

Calcio Serie C, tutti negativi al Covid i giocatori del Legnago

massimo

Bertucco (Sinistra): «Il sindaco in piazza coi commercianti e il giorno dopo gli manda le cartelle della Tari»

massimo

Verona, sit-in di una giovane mussulmana contro Macron

massimo

Emergenza Covid, a Verona 324 nuovi casi positivi e 179 ricoverati

massimo

Zaia: «Residenze Covid negli ex ospedali di Bovolone, Isola della Scala e Zevio»

massimo