29.4 C
Verona
16 Agosto 2022
Basso Veronese In evidenza Spettacoli & cultura Spettacoli & cultura ultimaora

Legnago, presentata la stagione 2018/2019 del Teatro Salieri: da Mauri ne “I fratelli Karamazov” all’omaggio a Morricone

«Mi congratulo con la città di Legnago, la Fondazione Salieri, il direttore artistico Pupo perché il programma è di elevatissima qualità. Condivido molto il concetto guida che sta alla base di quest’attività teatrale: è un periodo, ahimè, di perdita di valori e di decadenza. E per combatterla non c’è alternativa se non ricordare, proporre, far presente gli insegnamenti storici che ci arrivano attraverso la cultura». Il primo applauso al Cartellone 2018/2019 del Teatro Salieri di Legnago à arrivato niente di meno che dal presidente della Fondazione Cariverona, Alessandro Mazzucco, già rettore dell’Università di Verona e cardiochirurgo. Mazzucco, era oggi a Legnago assieme al direttore generale di Cariverona, Giacomo Marino.

Ad accogliere gli ospiti sul palco del Salieri per la conferenza di presentazione della stagione teatrale è stato il presidente della Fondazione di partecipazione Antonio Salieri, che gestisce il teatro comunale legnaghese, Stefano Gomiero, affiancato dalla vicepresidente Lucia Riello, dal sindaco di Legnago, Clara Scapin e dall’assessore alla cultura, Silvia Baraldi.

A presentare il Cartellone è stato il direttore Pupo che ha ricordato l’inaugurazione a San Martino, l’11 novembre, patrono di Legnago, con l’omaggio a Ennio Morricone per i suoi Novantanni (li compirà il 10 novembre) con l’Orchestra Regionale Filarmonica Veneta con Mauro Maur alla tromba.

Condividi con:

Articoli Correlati

Soave, serata di poesia al parco Zanella

massimo

Roverchiara, distrutta dalle fiamme parte della “Cereal Docks Organic”

massimo

Politiche 2022, il Pd candida come capolista alla Camera l’uscente Alessia Rotta

massimo

Politiche 2022, oggi le “Parlamentarie” 5 Stelle sui candidati: esclusa la veronese Businarolo

massimo

Verona, al “Mura Festival” appuntamento con le degustazioni di Slow Food

massimo

Ciclismo, Biondani (Autozai Petrucci Contri) quarto a Ceneda di Vittorio Veneto

massimo