22.5 C
Verona
17 Agosto 2022
Basso Veronese In evidenza Spettacoli & cultura Spettacoli & cultura ultimaora

Legnago, Primo Giornale presenta il libro di Marchi sulle “madri surrugate”

L'autrice Serrna Marchi
L’autrice Serrna Marchi

«C’è chi lo fa per soldi e chi per altruismo, chi per amicizia e chi per tutti i motivi insieme. E non vogliono essere chiamate “madri surrogate”, perché “essere madri significa crescere e amare un figlio, non solamente partorirlo”». Lo scrive nero su bianco la giornalista e scrittrice veronese Serena Marchi nel suo libro–inchiesta “Mio tuo suo loro” (Fandango Editore) che, sabato 16 settembre alle ore 16,30 alla Libreria Ferrarin di Legnago, sarà ospite della rassegna “Autori Veneti” di Primo Giornale, giunta alla decima edizione.

A intervistare Serena sarà il direttore di Primo Giornale, Massimo Rossignati, per affrontare un tema tanto caldo quanto, oggi, attuale: quello della maternità surrogata, di madri che partoriscono per altri. Una scelta che divide, un argomento per molti fuorilegge che da anni scatena accese discussioni e interminabili polemiche. C’è chi difende la libertà delle donne di scegliere, e dunque anche quella di partorire per altri, chi condanna questa pratica senza se e senza ma e chi denuncia il rischio che, soprattutto le donne povere, siano spinte o costrette a  vendersi per coloro che pagano. In breve, siano di fatto “comprate”, come schiave. Ma, raramente o mai, vengono ascoltate le protagoniste, le “madri surrogate”, come vengono definite con un termine che a molte donne non piace. Lo ha fatto, invece, con l’umiltà, la precisione, la costanza del vero giornalista, Serena Marchi, da tempo impegnata su tematiche femminili. Per intervistarle ha percorso quasi 35.000 chilometri, ha attraversato gli Stati Uniti e mezza Europa, ha visitato le loro case, si è immersa nel loro ambiente sociale. Da qui, è nato il suo libro, che non vuole dare giudizi  o trarre conclusioni. Ma raccontare e spiegare perché una donna decide di partorire per altri. Di regalare un figlio ad una coppia che non può averne.

Condividi con:

Articoli Correlati

Brenzone, cadono in modo da soli: due feriti gravi

massimo

Sanità, nell’Ulss 9 già 27 mila cittadini senza medico ed altri 16 mila nelle prossime settimane per pensionamenti

massimo

Roverchiara, “Cereal Docks Organic”: «In fiamme solo un magazzino. Produzione salva»

massimo

Soave, serata di poesia al parco Zanella

massimo

Roverchiara, distrutta dalle fiamme parte della “Cereal Docks Organic”

massimo

Politiche 2022, il Pd candida come capolista alla Camera l’uscente Alessia Rotta

massimo