24 C
Verona
28 Maggio 2024
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, quattro arresti dei Carabinieri per spaccio di stupefacenti nella Bassa

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Legnago hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari nei confronti di 4 soggetti, tre di origini marocchine (fra i quali una donna) e uno di origini campane, tutti gravemente indiziati per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

I militari dell’Arma, nel corso dell’attività d’indagine, sono riusciti a ricostruire una fiorente attività di spaccio di stupefacenti, prevalentemente di cocaina, posta in essere dagli indagati nei territori di Legnago, Cerea e Villa Bartolomea, nel periodo compreso tra il 2020 e il 2024.

Le indagini hanno preso il via a seguito dell’arresto e del deferimento in stato di libertà di due dei tre marocchini, i quali il 15 novembre scorso, mentre si trovavano a bordo di una autovettura a Cherubine di Cerea, alla vista dei militari gettavano dal finestrino un involucro per poi azzardare un tentativo di fuga per le vie della località della Bassa. I militari riuscivano però a bloccarli e a recuperare il pacchetto che conteneva oltre 15 grammi di cocaina, motivo per cui l’uomo veniva tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, la moglie deferita in stato di libertà solo per la detenzione di stupefacenti.

Il conseguente approfondimento investigativo compiuto dai Carabinieri ha consentito di acquisire, ancora, gravi indizi di colpevolezza sia sugli stessi coniugi sia sugli altri due indagati; in particolare, le indagini hanno evidenziato come la coppia, con il contributo degli altri due, avesse avviato una fiorente attività di spaccio, come se si trattasse di una piccola azienda familiare, operante prevalentemente su Legnago e Cerea.

Il complesso delle investigazioni compiute ha permesso all’Ufficio della Procura della Repubblica di Verona, che ha diretto le attività d’indagine, di avanzare richiesta al G.I.P. del Tribunale scaligero di una misura cautelare personale per i 4 indagati, ordinanza che è stata emessa nei giorni scorsi e, quindi, eseguita nella giornata di ieri 16 c.m. dai Carabinieri di Legnago., in ottemperanza alla quale uno è stato associato alla casa circondariale di Verona, due sottoposti agli arresti domiciliari e uno all’obbligo di presentazione alla P.G.

Condividi con:

Articoli Correlati

Villafranca, il liceo artistico “Carlo Anti” domani premiato alla Camera dei Deputati

massimo

Legnago, presentazione del libro “Donne invisibili e donne in controluce”

massimo

Verona, presentazione del libro “Piazza della Loggia cinquant’anni dopo” sulla strage neofascista

massimo

Verona, in Gran Guardia la mostra “Dall’Italia ad Auschwitz”

massimo

Pallacanestro, impresa dell’Ecodem Alpo Basket in gara-1 di finale a Udine per la promozione in A1  

massimo

Verona, dibattito con candidati e candidate alle elezioni europee al liceo Maffei

massimo