10.2 C
Verona
2 Marzo 2024
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, raccolti fino ad ora 16.190 euro per l’acquisto di mascherine e tute per l’ospedale

È arrivata a 16.190 euro la raccolta fondi lanciata da qualche giorno a Legnago per acquistare tute, guanti e mascherine per gli operatori sanitari dell’ospedale Mater Salutis in prima linea nella battaglia al Coronavirus. Un’iniziativa promossa da 16 giovani della frazione di San Pietro, accomunati dalla passione per il Fantacalcio, gioco che si basa su un mercato calcistico virtuale.

Attraverso il consigliere comunale di maggioranza Simone Tebon, che risiede nella frazione, i promotori dell’iniziativa benefica, coordinati dal 41enne Manuel Vecchini, sono stati messi in contatto con la direzione ospedaliera, che ha indicato gli acquisti possibili. Ad oggi, i bonifici ricevuti sul conto corrente dedicato all’iniziativa hanno raggiunto i 16.190 euro. E già lunedì 23 marzo il sindaco di Legnago, Graziano Lorenzetti, accompagnato da assessori e consiglieri, ha consegnato a medici ed operatori del Pronto soccorso 800 tute contro il contagio biologico da Coronavirus, 1000 paia di guanti ed un centinaio di mascherine acquistate sul mercato grazie a questa raccolta di fondi che ha visto partecipare tanti cittadini, associazioni del paese, calcio club dell’Hellas, imprenditori.

La raccolta di offerte si concluderà giovedì, attraverso il conto, aperto alla filiale cittadina del Monte dei Paschi con Iban: IT40C0103059541000001111011 e la causale Donazione Covid 19 San Pietro.

Condividi con:

Articoli Correlati

Isola della Scala, lettera aperta di Canazza al consiglio comunale: «Sulla piazza accogliamo all’unanimità la richiesta di un referendum»

massimo

Valeggio sul Mincio, piove in classe al Carnacina e gli studenti scioperano appoggiati da genitori e insegnanti

massimo

Verona, sorpreso mentre forza lo scuro di una casa spruzza spray al peperoncino sui carabinieri

massimo

Colognola ai Colli, il 14enne che ha salvato la vita a un uomo colto da infarto ricevuto alla Camera

massimo

Assistenza anziani, nel Basso Veronese un corso per formare “Custodi sociali”

massimo

Costermano, fermato con 1 dose di cocaina, in casa aveva una pistola rubata in Calabria e altra droga

massimo