22.9 C
Verona
11 Agosto 2022
Basso Veronese In evidenza Politica Politica ultimaora

Legnago, solo 5 sì alla mozione contro il sindaco Scapin che resta al suo posto

Alla fine, i sì alla mozione di sfiducia contro il sindaco di Legnago, Clara Scapin, attuata per cercare di far saltare l’amministrazione, ieri sera ha raccolto in consiglio solo 5 sì. Hanno votato a favore tre del gruppo Red-azione (Luca Dalla Vecchia, Diletta Marconcin e Barbara Ottoboni), e Loris Bisighin (Forza Italia) e Roberto Danielli (civica di centro destra). Si è astenuta il presidente del consiglio, Giovanni Mascolo (Red-azione) e pure Maurizio Raganà (Forza Italia). Usciti dall’aula Luca Gardinale (civica di centro destra) che ha lasciato l’assise dieci minuti dopo il suo inizio decretando subito la sconfitta dei “ribelli” che volevano mandare a casa la Scapin; e pure il 5 Stelle Federico Castelletto, che già aveva annunciato che non avrebbe votato la mozione.

Condividi con:

Articoli Correlati

Rally, il legnaghese Strabello secondo in classe 4 al “Salsomaggiore Terme”

massimo

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo