7.7 C
Verona
2 Dicembre 2022
Basso Veronese In evidenza Spettacoli & cultura Spettacoli & cultura ultimaora

Legnago, via alle celebrazioni per i 20 anni del Centro Ambientale Archeologico

«Ringrazio chi ha amministrato la città prima di noi perché ha fatto tanto affinché il Centro Ambientale Archeologico potesse essere definito un fiore all’occhiello di Legnago e di tutta la Pianura Veronese. Come anche gli enti che hanno supportato e finanziato, dal 1999, il progetto di recupero di questo edificio, uno dei pochi sopravvissuti ai bombardamenti della Seconda guerra mondale».

È con queste parole che ieri pomeriggio, giovedì 16 dicembre, il vice sindaco di Legnago, Roberto Danieli, alla presenza dei vertici della Fondazione Fioroni, che gestisce il Centro Ambientale Archeologico dal 2009, e del Soprintendente all’archeologia e belle arti delle Province di Verona, Vicenza e Rovigo, Vincenzo Tinè, ha simbolicamente tagliato il nastro per celebrare i 20 anni del museo civico dedicato al pre-protostorico.

«Oggi è un momento importante per Legnago e tutta la Pianura Veronese – ha sottolineato Federico Melotto, direttore della Fondazione Fioroni -. E sabato 18 dicembre si replica con un convegno a cui parteciperanno docenti e archeologici che hanno lavorato e “scavato” sul territorio veronese negli ultimi 20 anni».

«Il Centro archeologico è un museo di rilievo nel panorama italiano perché qui sono conservati reperti di fondamentale importanza per la storia non solo locale ma nazionale e internazionale – ha sottolineato Valentina Donadel, curatrice del Centro -. Alcuni manufatti provengono infatti da siti che nell’antichità erano dei veri e propri poli di scambio tra l’Europa Centrale e il mondo del Mediterraneo. Inoltre grazie all’offerta museale delle tre strutture cittadine, ovvero il CAA, il Museo Fioroni e il futuro costituendo Museo archeologico romano, a Legnago è possibile ripercorrere circa 7.000 anni di storia, partendo dal VI millennio A.C. con il Neolitico fino alla Seconda guerra mondiale. Un’offerta unica sul territorio e per tutta la provincia di Verona».

«Sono molto orgoglioso di questa giornata dedicata a un museo che espone reperti che il mondo ci invidia e che spesso è meta di studiosi che vengono da tutta Europa», ha concluso il presidente di Fondazione Fioroni, Luigi Tin.

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo

Verona, folle fuga in auto contromano in tangenziale per scappare ai Carabinieri

massimo

San Bonifacio,  arrestati dai Carabinieri i due autori della rapina ad un’anziana al cimitero

massimo