23.1 C
Verona
14 Agosto 2022
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Legnago, Zuliani (Primo Giornale): «È stato il sindaco a parlarmi di richieste di rimpasto»

legnago-municipio

Primo Giornale non ha messo in dubbio la fiducia del sindaco nei confronti della sua squadra. Anzi, si è dato conto di come la prima cittadina non sia intenzionata – ad oggi – ad accontentare le richieste di rimpasto, rimandando a fine anno per una valutazione complessiva dell’operato della squadra, consiglieri compresi. Rimpasto che lei stessa, in un colloquio nel suo ufficio col sottoscritto, ha confermato esserle stato proposto dai cosiddetti “dissidenti”. I quali sono a loro volta in contatto con settori della minoranza, che hanno poi buon gioco nel riportare alla stampa discorsi su nomi e dinamiche interne alla maggioranza (da cui le ipotesi dei potenziali nuovi assessori, dopo quelli di qualche mese fa su un nuovo vice sindaco).

O forse che i recenti attacchi politici a due determinati assessori (guarda caso, le citate Donatella Ramorino e Silvia Baraldi) da parte di alcuni consiglieri di opposizione siano stati solo frutto del caso?

È stata poi sempre Clara Scapin, durante la cena di gala della Fondazione Salieri, mentre online divampava la polemica sulla scuola di Vigo, a dire – come possono confermare le persone presenti al tavolo dove pure io stavo seduto – che, incalzata sull’ipotesi che i “ribelli” potessero far mancare la propria presenza in aula durante la discussione sul Bilancio, in tal caso lei si sarebbe dimessa per ricandidarsi poi senza di loro, e di voler chiedere in aula i voti alle minoranze (e qualcuno già profetizza un possibile ingresso in giunta di esponenti attualmente all’opposizione, peraltro smentito a più riprese dagli interessati).

Il compito responsabile della stampa è quello di dare puntualmente conto ai propri lettori di quanto succede nel Palazzo, ovviamente nella maniera più chiara, trasparente e soprattutto veritiera possibile. Il compito di risolvere i problemi interni, e magari di non farli trapelare, è invece tutto dei politici. Che forse dovrebbero scrivere qualche smentita in meno e portare in consiglio comunale qualche provvedimento concreto in più. Glielo chiedono in primis proprio i “suoi” consiglieri.

Federico Zuliani

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo