25.3 C
Verona
23 Settembre 2023
Basso Veronese Cronaca Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Valpolicella

L’infermiera-eroe premiata da Mattarella: ha preso il Covid per assistere un’anziana

La veronese Marina Vanzetta, operatrice volontaria del 118, è stata nominata oggi dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Marina, infermiera all’ospedale di Negrar e soccorritrice del 118 in servizio a Legnago, durante i mesi più terribili del Covid-19 aveva soccorso un’anziana ospite della Casa di Riposo di Villa Bartolomea, colpita dal virus, e le era rimasta accanto fino alla fine, rimanendo a sua volta contagiata.

La coraggiosa infermiera, che abita a San Giovanni Lupatoto dove è anche nel direttivo del Pd locale, era già stata premiata dal sindaco del suo paese per questo suo impegno, ma oggi è arrivato sicuramente il riconoscimento che più l’emoziona: è stata premiata dal Presidente Mattarella fra i medici, volontari, impiegati, studenti, cittadini che nel corso della fase critica della pandemia da Covid-19 si sono impegnati, in prima linea, per aiutare la comunità. Un’onorificenza che Mattarella aveva conferito “motu proprio” il 3 giugno scorso e che oggi ha voluto consegnare personalmente a tutti i premiati al Quirinale.

«Queste riconoscenze hanno un primo significato di riconoscenza per quanto avete fatto, per il senso di responsabilità e la coscienza civica che avete manifestato» ha detto il presidente della Repubblica assegnando i riconoscimenti.

Condividi con:

Articoli Correlati

Grezzana, con la moto contro un’auto: 23enne gravissimo

massimo

Vestenanova, il sindaco Presa è entrato nella Lega-Liga Veneta

massimo

Negrar, le reliquie di S. Giovanni Calabria all’ospedale Sacro Cuore e al Centro polifunzionale di Verona

massimo

[VIDEO] Bardolino, spettacolare prova dei Vigili del Fuoco al corso per operatori moto d’acqua

mirco

Lotta al caporalato nell’Est Veronese,  denunciati 9 irregolari, un’azienda vitivinicola ed una cooperativa

massimo

Legnago, il Pd sul Centro di permanenza per i rimpatri in città: «No assoluto, noi siamo per la rete d’accoglienza diffusa»

massimo