8.7 C
Verona
24 Gennaio 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Lotta al Covid, da lunedì Green pass obbligatorio per viaggiare in autobus

Da lunedì 6 dicembre sarà necessario il Green pass per viaggiare sugli autobus dell’Azienda trasporti Verona. L’ha annunciato oggi la stessa Atv, spiegando quanto stabilito per tutto il territorio nazionale, a partire da lunedì 6 dicembre anche per gli utenti dei bus di età superiore a 12 anni per i quali scatterà l’obbligo di Green pass. Si tratta della versione “base” del certificato, ottenibile quindi, oltre che tramite vaccinazione, attraverso un tampone negativo rapido (validità di 48 ore) o molecolare (valido 72 ore). Una misura che interessa praticamente la totalità dei passeggeri dei mezzi pubblici di Verona e provincia, sui quali viaggiano attualmente circa 130 mila passeggeri al giorno, di cui 50 mila abbonati.

Per dare attuazione all’obbligo di Green pass, ATV ha predisposto un piano di controlli che sarà operativo già da lunedì 6 dicembre, secondo le modalità concordate con la Prefettura di Verona. «In osservanza alle disposizioni del Ministero dell’Interno – sottolinea il presidente di Atv Massimo Bettarello – abbiamo organizzato verifiche a campione sulla rete di città e provincia, grazie a pattuglie di operatori composte da agenti ATV con il supporto di personale di servizi fiduciari fornito da un’agenzia specializzata, oltre all’impiego dei facilitatori già utilizzati in questi mesi con funzioni di controllo anti assembramento. Complessivamente quindi, una volta messo a regime il sistema, avremo un centinaio gli operatori in campo, numero sufficiente per garantire un controllo significativo sulla rete dei mezzi pubblici».

L’attività sarà poi ulteriormente integrata con l’ausilio del personale appartenente alle diverse forze dell’ordine. Chi sarà trovato sprovvisto di valido Green pass non potrà dunque salire a bordo dell’autobus. «Tuttavia – chiarisce ancora il presidente di Atv – qualora il passeggero privo di certificazione sia un minore, l’indicazione data al personale di verifica è quella di consentire comunque di portare a termine il viaggio, ma l’interessato sarà segnalato alle Forze dell’ordine, rischiando una sanzione compresa tra i 400 e i 1000 euro. Rivolgiamo quindi un invito particolarmente sentito alle famiglie, affinché siano consapevoli della necessità di adeguarsi fin da subito alle nuove disposizioni accedendo alla vaccinazione per i ragazzi o comunque avendo cura che siano dotati di tampone negativo, per poter continuare ad utilizzare il trasporto pubblico in serenità».

Nella foto il presidente Bettarello

Condividi con:

Articoli Correlati

Calcio Serie C, il Legnago beffato al 94′ nel derby con la Virtus (1-1)

massimo

Calcio Serie C, il Legnago chiude il primo tempo in vantaggio di una rete grazie a Gomez

massimo

Verona, raffica di incidenti nella notte con feriti e vetture abbandonate

massimo

Lotta al Covid, il Veneto lancia una piattaforma web di servizi e informazioni sulla pandemia

massimo

Verona, Coldiretti consegna 100 pacchi alimentari a famiglie in difficoltà

massimo

Ca’ di David, due arresti per favoreggiamento della prostituzione con sequestro di un residence con 7 alloggi

massimo