14 C
Verona
26 Maggio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Lotta al Covid, l’Azienda ospedaliera apre alla prenotazione della terza dose per le categorie fragili

La direzione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona informa la cittadinanza che per i pazienti appartenenti alle categorie “fragili” con le priorità individuate dalla Circolare Ministeriale del 14 settembre è stata predisposta la prenotazione della terza dose (dose addizionale) tramite il portale regionale accessibile dalla data odierna al link https://vaccinicovid.regione.veneto.it/

Inoltre, tramite il medesimo link è possibile dalle 12 di oggi, giovedì 30 settembre, la prenotazione della dose di richiamo (dose booster) dopo completamento del ciclo vaccinale primario da almeno 6 mesi per i pazienti Over 80 (nati fino al 1941) con appuntamenti disponibili da venerdì 1° ottobre.

Per entrambe le categorie i posti saranno disponibili a partire da venerdì 1° ottobre nella sede vaccinale l’ospedale Geriatrico di Borgo Trento, 2° piano, ex ambulatori oculistica, lato Mameli, ingresso da via Mameli. Per garantire un flusso regolare durante la seduta vaccinale si invita l’Utenza all’osservanza dell’orario di prenotazione e di presentarsi in sede non oltre i 10 minuti di anticipo. Il giorno della vaccinazione è fondamentale presentarsi con la modulistica disponibile al link sottostante:

https://www.aovr.veneto.it/-/apertura-punto-vaccinale-sede-ospedaliera-borgo-trento?inheritRedirect=true&redirect=%2Fhome.

Condividi con:

Articoli Correlati

Mezzane di Sotto, l’impoverimento della biodiversità porta ad un calo di aziende agricole

massimo

VeronaFiere, inaugurata l’ottava edizione di Vapitaly, rassegna internazionale della sigaretta elettronica

massimo

Verona, maxi controllo della Polizia Locale sugli autobus Atv: in più di 100 senza biglietto

massimo

Pallacanestro, il Legnago Basket conquista la promozione in Serie D

massimo

Verona, patto educativo con al centro la sostenibilità tra l’istituto Gresner e otto realtà della provincia

massimo

I sindacato del Veneto contro la proposta del governo di privatizzare Poste Italiane

massimo