14 C
Verona
26 Maggio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Lotta al Covid, via alle prenotazioni della terza dose anche nei Centri di vaccinazione dell’Ulss 9

L’Ulss 9 Scaligera informa che sono aperte le prenotazioni delle terze dosi di vaccino nei Centri di vaccinazione della popolazione (nella foto il CVP di Legnago) della Provincia di Verona. Oggi, dopo che da ieri, 30 settembre, ha già aperto alla terza dose anti Covid il polo di vaccinazione dell’Azienda ospedaliera di Verona all’ospedale di Borgo Trento, anche l’Unità socio sanitaria locale veronese ha dato il via alle prenotazioni per la terza dose “booster”, per ora riservata ai “super fragili” ed a tutte le persone con più di 80 anni che hanno concluso il ciclo primario di vaccinazione da almeno 6 mesi.

Le terze dosi “addizionali”, invece, potranno essere somministrate dopo 28 giorni dal completamento del ciclo primario di vaccinazione a pazienti dializzati, oncologici, oncoematologici, trapiantati di midollo e soggetti HIV positivi.

Prima di procedere alla prenotazione online, le persone interessate sono pregate di contattare il centro di riferimento a cui sono in carico o il proprio medico curante. Le malattie per le quali è indicata la 3^ dose “addizionale” sono indicate nella relativa Circolare del Ministero della Salute. Tutti i cittadini che rientrano in queste categorie sono abilitati alla prenotazione attraverso il portale di prenotazione della Regione Veneto.

Condividi con:

Articoli Correlati

Mezzane di Sotto, l’impoverimento della biodiversità porta ad un calo di aziende agricole

massimo

VeronaFiere, inaugurata l’ottava edizione di Vapitaly, rassegna internazionale della sigaretta elettronica

massimo

Verona, maxi controllo della Polizia Locale sugli autobus Atv: in più di 100 senza biglietto

massimo

Pallacanestro, il Legnago Basket conquista la promozione in Serie D

massimo

Verona, patto educativo con al centro la sostenibilità tra l’istituto Gresner e otto realtà della provincia

massimo

I sindacato del Veneto contro la proposta del governo di privatizzare Poste Italiane

massimo