26.1 C
Verona
19 Luglio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Lutto nell’imprenditoria veronese: è morto il re del Pandoro, Alberto Bauli

Era stato lui a scegliere quel refrain, “Ba-ba Bauli”, che ha portato il pandoro di Verona nelle case di mezzo mondo. L’ingegner Alberto Bauli, figlio del fondatore di quello che oggi è il primo gruppo dolciario italiano. è morto nel pomeriggio a 79 anni. Ne avrebbe compiuti 80 il 5 settembre prossimo. Lascia un gruppo da 472,6 milioni di euro di fatturato (dato 2018), con sede a Castel d’Azzano alle porte di Verona, oggi guidato dal nipote, Michele Bauli, presidente di Confindustria Verona.

Figlio di Ruggero Bauli, l’artigiano dei pandori che fondò il gruppo nel 1922, Alberto è stato presidente dell’azienda di famiglia per 25 anni e l’ha portata a diventare leader in Italia ed Europa nei dolci da ricorrenza come il pandoro, panettone e colombe, biscotti, merendine, brioches e crackers. Una crescita continua, portata avanti a colpi di acquisizioni: dalla trevigiana Doria, ai marchi Motta e Alemagna, alla Bistefani.

Un’attenzione quasi spasmodica ai marchi italiani, per tenerli sul suolo nazionale ed in mano ad un’impresa italiana, che ha fatto di Alberto Bauli, e dei suoi fratelli Adriano e Carlo, e oggi dei nipoti, un punto di riferimento dell’imprenditoria veronese, veneta ed italiana. L’ingegnere, inoltre, ha anche ricoperto per molti anni anche la carica di consigliere e presidente della Banca Popolare di Verona, poi Banco Popolare.

«Bauli significa immediatamente Pandoro, un dolce che ogni anno porta la tradizione natalizia veronese in tutto il mondo – ha detto ieri il presidente della Regione, Luca Zaia, appena saputo della scomparsa dell’imprenditore -. Il Veneto ha perso oggi un messaggero delle nostre tradizioni e del valore della nostra imprenditoria.

«Oggi si è spento uno dei pilastri dell’economia veronese. Pochi hanno saputo, come lui, interpretare i tempi e scommettere sul futuro. Alberto Bauli apparteneva a quella generazione capace di rappresentare la capacità di un territorio e di fare in senso positivo un sistema Verona. Qualcosa che si va sempre più purtroppo perdendo nella nostra città», ha, invece, commentato Orietta Salemi, consigliera regionale di Italia Viva.

Alberto Bauli lascia la moglie Maria Gabriella e i tre figli Carlo Alberto, Francesco e Chiara.

 

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, denuncia di Gottardi (Uil) sul degrado all’ospedale Geriatrico: «All’interno vivono sbandati violenti e pericolosi»

massimo

Verona, celebrato ieri il ricordo dell’assalto partigiano al Carcere degli Scalzi

massimo

Verona, grazie all’8xmille alla Chiesa Cattolica è nata Casa Santa Elisabetta per donne in difficoltà

massimo

Valpolicella Doc, presentato in Regione il Dossier socioeconomico 2024 della principale denominazione Rossa del Veneto

massimo

Feste de L’Unità 2024, il via venerdì 19 luglio a Quinzano e Casaleone

massimo

Oppeano, rinnovato l’accordo integrativo alla Finstral

massimo