1.2 C
Verona
9 Febbraio 2023
Economia Economia In evidenza ultimaora Valpolicella

Masi presenta “Tenuta Canove” a Lazise: «Luogo per raccontare il vino»

Boscaini Raffaele web

Una cantina che vuole essere il luogo dove raccontare, far assaporare, ma anche far letteralmente vivere i grandi vini della Valpolicella, di Verona e delle Venezie. È la “Tenuta Canova” a Lazise, sul Garda, acquistata nel 2014 dalla Masi Agricola e presentata oggi, restaurata e rinnovata, con 38 ettari di vigneti, una cantina da 9500 ettolitri dedicata all’appassimento dello storico Valpolicella “Campofiorin”, da Sandro Boscaini e dal figlio Raffaele. Ma è anche ristornate e wineshop.

«Con questo progetto Masi vuole offrire ai suoi appassionati clienti una vera esperienza di vino e territorio, inteso anche come cultura del cibo e della sua trasformazione – ha sottolineato Raffaele Boscaini -. Dall’olio, al riso, alla frutticoltura, ai dolci tipici del veronese vogliamo proporre in questo luogo la cultura enogastronomica veneta ai nostri vini. Sono sapori che si sostengono a vicenda, come la bellezza di questo territorio. È chiaro che essendo sul Garda con questa struttura guardiamo con attenzione alle migliaia di turisti che ogni anno visitano il lago. E per noi questo diventerà poi anche un feedback, una cartina tornasole, per costruire dai giudizi e dalle impressioni dei consumatori il vino del domani».

Condividi con:

Articoli Correlati

Formazione, 2.000 studenti hanno partecipato all Giornata internazionale sulla sicurezza in internet 

massimo

Cattolica trasferisce attività in Piemonte e la Cgil attacca: «Generali mostra il suo vero volto mettendo a rischio 90 posti di lavoro alla Insurecom»

massimo

Formazione, presentato il Piano Operativo Regionale “Persi, dispersi e ritrovati: le politiche per i giovani”

massimo

Negrar, i Carabinieri pedinano uno spacciatore fino a Montebello (Vicenza) per arrestarlo

massimo

Verona, sbloccato a Roma dal Cipess il progetto del Filobus con 6,73 milioni di euro di contributo in più

massimo

Verona, Adiconsum ottiene dall’Arbitro Bancario Finanziario il rimborso di 4.200 euro truffati ad un cittadino tramite sms

massimo