28.9 C
Verona
19 Giugno 2024
ultimaora

Monteforte d’Alpone, accordo sindacale in casa di riposo per il pagamento delle festività infrasettimanali

«È una giornata memorabile per le lavoratrici e i lavoratori della Fondazione Don Mozzati D’Aprili che avevano un contenzioso aperto per il pagamento delle festività infrasettimanali. Un debito generato nel tempo che gravava sulla testa dei dipendenti e soprattutto alle tasche, che oggi, grazie alla firma di 29 conciliazioni, una per ogni singolo dipendente rappresentato dalle organizzazioni sindacali presenti nella struttura, ha cessato di esistere. Anch’io avevo il mio debito di oltre tre mila euro che non mi lasciava dormire, che possono sembrare pochi ma quando si è costretti a fare i conti con stipendi modesti e un’inflazione in doppia cifra generata dall’aumento dei costi energetici, pesa molto».

A dichiararlo è Corrado Tessari responsabile del settore IPAB della UIL FPL Verona parlando dell’accordo raggiunto ieri. «Grazie alla grande responsabilità delle segreterie provinciali di UIL, CISL e CGIL di categoria, all’impegno del presidente del consiglio d’amministrazione, Rosario Naddeo, e alla fattiva collaborazione del direttore Emilio Tessari per una soluzione positiva – dichiara Gottardi Stefano segretario generale UIL FPL – dopo anni di stallo con il rischio di attivare contenziosi legali molto costosi, siamo arrivati ad una conclusione che ha messo d’accordo tutti, risolvendo definitivamente una fase complicata che ci vedeva su posizioni contrapposte. Ora siamo pronti al dialogo con l’Amministrazione per il nuovo contratto integrativo, un’occasione per rilanciare il tavolo di trattativa che porti soddisfazioni normative ed economiche al personale».

«Per quanto riguarda l’ultimo rinnovo del contratto nazionale – commenta Corrado Tessari – i dipendenti attendono il saldo degli arretrati che tarda ad arrivare per un problema che l’Amministrazione ci ha comunicato quasi risolto».

«La UIL è sempre vicina ai bisogni dei lavoratori – ribadisce Gottardi – mi confronterò con i colleghi di CGIL e CISL per capire quali azioni intraprendere nel caso che non ci sia la liquidazione degli arretrati come già dichiarato dal Presidente al tavolo di trattativa, perché il personale ha dimostrato attaccamento al lavoro anche nei momenti più bui, senza tregua, senza lamentarsi, offrendo alla cittadinanza un ottimo servizio e al comune di Monteforte il vanto di avere una struttura di questo livello. Oggi abbiamo iniziato un percorso che non si deve interrompere, per riportare serenità e motivazione per un lavoro che ha un grande valore, che merita rispetto e ringraziamento da parte di tutti».

Nella foto Stefano Gottardi e Corrado Tessari (a destra)

Condividi con:

Articoli Correlati

San Pietro in Cariano, finisce fuoristrada con l’auto: grave 70enne

massimo

Soave, il sindaco Pressi sui ristori per i danni del maltempo: «Preoccupato dal silenzio del Governo»

massimo

Verona, sabato concerto in piazza del popolo a San Michele Extra

massimo

Autonomia, Borchia (Lega): «Il Leone ha ruggito. Traguardo storico per Veneti, non abbiamo mai mollato»

massimo

San Bonifacio, Tosi (Fi) sull’accordo al ballottaggio tra Soave e FdI: «È spaccatura nel centrodestra»

massimo

Ciclismo, tre medaglie per Melotto (Autozai Contri) ai Campionati Italiani Juniores

massimo