21.7 C
Verona
17 Agosto 2022
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Morfina al neonato, concessi i domiciliari all’infermiera indagata

ospedale-borgoroma

È nella sua abitazione di Nogara da questa mattina Federica Vecchini, l’infermiera di 43 anni accusata dalla Procura della Repubblica di Verona di aver somministrato della morfina ad un neonato, andato poi in arresto respiratorio, praticamente in overdose, e salvato poi dalla stessa infermiera che ha detto ai medici di iniettargli un farmaco antioppiaceo.

Questa mattina, infatti, il giudice per le indagini preliminari, Livia Magri, ha accolto la richiesta dell’avvocato della donna, Massimo Martini, di trasformare la custodia cautelare in carcere in domiciliari. L’infermiera, madre di tre bambini, di cui due giovanissimi, era stata arrestata mercoledì pomeriggio dalla Squadra Mobile di Verona e portata subito nel carcere di Montorio.

Condividi con:

Articoli Correlati

Brenzone, cadono in modo da soli: due feriti gravi

massimo

Sanità, nell’Ulss 9 già 27 mila cittadini senza medico ed altri 16 mila nelle prossime settimane per pensionamenti

massimo

Roverchiara, “Cereal Docks Organic”: «In fiamme solo un magazzino. Produzione salva»

massimo

Soave, serata di poesia al parco Zanella

massimo

Roverchiara, distrutta dalle fiamme parte della “Cereal Docks Organic”

massimo

Politiche 2022, il Pd candida come capolista alla Camera l’uscente Alessia Rotta

massimo