19.4 C
Verona
3 Giugno 2023
In evidenza Sport Sport ultimaora Valpolicella

Negrar, il 60° Palio del Recioto di ciclismo Under 23 all’olandese Tijmen Graat

Il Palio del Recioto parla olandese: Tijmen Graat (Jumbo-Visma) ha vinto la 60^ edizione della storica corsa di Pasquetta a Negrar, una delle gare under 23 più prestigiose al mondo. Il 20enne portacolori della squadra Development del team World Tour si è imposto battendo in uno sprint a due Giulio Pellizzari (Green Project-Bardiani CSF ); terzo un compagno di squadra di quest’ultimo, Alessandro Pinarello. Un finale al cardiopalma per una corsa che, anche quest’anno, non ha tradito le attese: in Valpolicella è andato in scena un grande spettacolo ciclistico.

Ben 156 gli atleti che hanno preso il via dal cuore di Negrar in una giornata dal clima primaverile: ad abbassare la bandierina del via è stato il presidente di Valpolicella B.E.S.T., Alessandro Comin Chiaramonti in compagnia del primo cittadino di Negrar, Roberto Grison.

La prima azione di una certa importanza prende forma dopo 36 km: Alessio Nieri (Green Project-Bardiani CSF), il norvegese Trym Brennsaeter (Groupama-FDJ), il francese Jacques Robbins (Monaco) e Marco Manenti (Hopplà-Petroli Firenze) allungano, mettendo insieme un vantaggio di 40”. Il loro tentativo procede per un buon tratto di gara, mentre in gruppo si accentua la selezione.

Dopo 82 km il gruppo ritorna compatto. La corsa entra quindi nella fase decisiva: dopo oltre 120 km se ne vanno Graat e Pellizzari che, col passare dei chilometri, ampliano il vantaggio iniziale di 13” fino a portarlo a oltre un minuto. Al loro inseguimento si forma un drappello di una ventina di atleti, che va via via assottigliandosi e, con l’avvicinarsi del traguardo, smussa il vantaggio della coppia di testa: ai -4 Graat e Pellizzari hanno 24” sui più immediati inseguitori. Che, però, non riescono a rientrare: a giocarsi il successo saranno l’italiano e l’olandese. Il finale è da brividi: Graat imposta un’ottima volata e va a prendersi una vittoria di grande prestigio in un pomeriggio che non dimenticherà.

«Sapevo di avere un’ottima considerazione – ha detto Graat -, quindi speravo di vincere. Al mio fianco, poi, ho avuto una grande squadra. Cos’è cambiato rispetto al terzo posto ottenuto qui nel 2022 dal mio compagno di squadra Johannes Staune-Mittet? Io e lui ci alleniamo insieme, stiamo crescendo assieme. L’attacco decisivo è stato programmato fino a un certo punto: noi della Jumbo-Visma ci siamo accordati con la Green Project-Bardiani CSF per provarci».

Entusiasta della giornata che ha celebrato il 60° Gp Palio del Recioto – Trofeo C&F Resinatura Blocchi, il presidente di Valpolicella B.E.S.T.: «Oggi gli atleti e il pubblico sono tornati a riabbracciare Negrar di Valpolicella per festeggiare con noi un compleanno speciale: la sessantesima edizione ci ha riportato, finalmente, ai livelli pre-Covid sia in termini di presenza di atleti e squadre provenienti da tutte le parti del mondo, sia per quanto riguarda il pubblico degli appassionati che hanno assiepato le nostre strade. Il Palio del Recioto si conferma un evento in grado di varcare i confini del mondo delle due ruote fondendosi con la tradizione e le eccellenze del nostro territorio. Di certo è la cartolina più bella con cui presentare la Valpolicella al mondo: i miei complimenti vanno agli atleti che sono saliti sul podio ma anche a tutti coloro che si sono cimentati in questa gara senza risparmiarsi dal primo all’ultimo chilometro. Infine, un ringraziamento, doveroso, a tutti i volontari, le forze dell’ordine e al nostro staff che ha garantito la sicurezza sul percorso, all’Amministrazione Comunale di Negrar e agli sponsor che con il loro sostegno ci consentono di portare avanti la storia di questa grande classica».

Ordine d’arrivo:

1° Tijmen Graat (Jumbo Visma)

che compie i 147,2 km in 3h57’55” alla media dei 37,122 km/h

2° Giulio Pellizzari (Bardiani CSF Faizanè)

3° Alessandro Pinarello (Bardiani CSF Faizanè) a 18″

4° Alessio Martinelli (Bardiani CSF Faizanè) a 20″

5° Johannes Staune Mittet (Jumbo Visma) a 22″

6° Marco Schrettl (Tirol KTM)

7° Emil Herzog (Tangens Berman Axeon)

8° Diego Bracalente (Colpack Ballan)

9° Davide De Cassan (CTF Victorious) a 40″

10° Sergio Meriò (Colpack Ballan)

Condividi con:

Articoli Correlati

Bardolino, il presidente della Fondazione Bardolino Top, Ivan De Beni, nominato Ufficiale della Repubblica da Mattarella

massimo

Cologna Veneta, i due morti nello scontro tra un’auto ed un autobus dell’Atv sono due ultraottantenni

massimo

Cologna Veneta, due morti e tre feriti nello scontro tra un’auto ed un autobus dell’Atv

massimo

Piccini nieletto coordinatore degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico e nominato “ambasciatore della Sanità italiana”.

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Legnago, attivate dal Comune dieci postazioni di ricarica per auto elettriche

massimo