0.3 C
Verona
3 Febbraio 2023
In evidenza Politica Politica ultimaora Valpolicella

Negrar, Lega e Centrodestra lanciano Marco Andreoli candidato sindaco

La presentazione del candidato sindaco Marco Andreoli (al centro)

È Marco Andreoli, 35 anni, ingegnere, figlio dell’ex senatore e medico Remo Andreoli, il candidato a sindaco di Negrar per Lega e Centrodestra. La candidatura è stata ufficializzata sabato 16 con una presentazione pubblica che ha visto la presenza del ministro per la Famiglia e per le disabilità, Lorenzo Fontana, del sottosegretario di Stato alla Salute, Luca Coletto, e del Responsabile elettorale del Carroccio, onorevole Paolo Paternoster.

La conferenza si è aperta con i saluti dei padroni di casa: il segretario di sezione Lega di Negrar, Livio Antolini e del segretario di circoscrizione della Valpolicella, Gabriele Maestrelli, con Gualtiero Mazzi, presidente del Corecom.  Presente come rappresentante del centro-destra il vice presidente del consiglio regionale Massimo Giorgetti per Fratelli d’Italia ed il consigliere regionale Lista Zaia, Stefano Valdegamberi.

«Da militante delle Lega è per me un orgoglio ricevere la possibilità di impegnarmi in questa corsa che affronterò insieme alla mia squadra e alla Lega di Negrar con la quale – ha esordito Andreoli –  abbiamo in questi ultimi tre anni saputo costruire una delle sezioni più attive e numerose della provincia di Verona».

Condividi con:

Articoli Correlati

Ferrara del Monte Baldo, disperso in Vajo dell’Orsa recuperato ieri sera a tarda ora dai Vigili del fuoco

massimo

Borchia (segretario provinciale Lega): «Approvato il decreto sull’Autonomia. Giornata storica»

massimo

Pallavolo, da domenica al Palaferroli di S. Bonifacio l’Unione Volley si gioca il campionato in sette gare

massimo

Scuola&Formazione, boom di partecipanti a “Orientiamoci insieme” della Camera di Commercio di Verona

massimo

Terrazzo, dalla Regione 4 milioni per ridurre il rischio idrogeologico su due sponde dell’Adige

massimo

Verona, sette incidenti stradali in 24 ore tra guida in stato di ebrezza e due pedoni investiti

massimo