-0.4 C
Verona
8 Dicembre 2022
In evidenza Sport Sport ultimaora Valpolicella

Negrar, oggi dalle 13,30 la gara internazionale di ciclislo del Palio del Recioto

palio-partenza

Sarà la gara più internazionale d’Italia con ben 23 formazioni straniere su 41 al via, in rappresentanza di 20 nazioni e di 5 continenti diversi. È il “Palio del Recioto – Memorial Cav. Sante Carradori” edizione numero 55 che si correrà oggi, martedì 29 marzo, sulle colline delle Valpolicella con partenza come sempre alle 13,30 dalla piazza centrale di Negrar.

A presentare la “corsa dei sogni” targata 2016 sono intervenuti ai primi di marzo alla Cantina di Negrar i rappresentanti della Federazione Ciclistica Italiana a partire dal consigliere nazionale Igino Michieletto, passando per il presidente regionale Raffaele Carlesso fino ad arrivare al presidente provinciale Gianluca Liber, assieme naturalmente al sindaco Roberto Grison ed al presidente della ProLoco di Negrar, Tullio Murari.

«Il Palio del Recioto che si correrà quest’anno torna a pieno titolo a far parte del calendario internazionale – ha esordito il presidente dell’organizzazione “Grandi Eventi Valpolicella”, Stefano Bonfioli  -. La gara si svilupperà su 145 chilometri suddivisi in una prima parte composta da sei tornate di 18,2 chilometri e da una seconda parte in linea che culminerà con il passaggio in prossimità del Ponte di Veia, il ponte naturale più grande d’Europa e con il gran premio della montagna di Corrubio. Una corsa dura e selettiva, con un dislivello totale di poco inferiore ai 3.000 metri, adatta a scalatori e passisti».

E uno dei tanti atleti che hanno avuto l’onore di salire sul podio di Negrar è stato Gilberto Simoni premiato da Grandi Eventi Valpolicella con il “Recioto d’oro” alla carriera: «Sono felice di ricevere questo premio dato che da corridore ho fatto di tutto per vincere il Palio del Recioto, ci sono arrivato vicino, ma non sono mai riuscito a conquistarlo – ha ricordato l’ex professionista di Palù di Giovo, vincitore tra l’altro di due Giri d’Italia -. Questa è una corsa unica ed indimenticabile, sia per i corridori sia per gli appassionati». 

Condividi con:

Articoli Correlati

Cerea, con la moto contro un’auto: un ferito grave a San Vito

massimo

S.Bonifacio, l’ex ospedale passerà al Comune che darò all’Ulss il terreno per la Casa della Comunità

massimo

Legnago, oltre 80 imprenditori alla serata organizzata dall’europarlamentare Borchia sule politiche Ue per l’energia

massimo

Verona, incidente tra due auto in corso Cavour con un ferito grave

massimo

Sona, finisce con l’auto contro un albero: è in gravi condizioni

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco