23.9 C
Verona
11 Agosto 2022
Cronaca Cronaca In evidenza Valpolicella

Negrar, Zaia ha inaugurato la Radiofarmacia dell’ospedale

zaia-negrar

Questa mattina, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, accompagnato dall’assessore alla Sanità, Luca Coletto e dal direttore generale della Sanità Veneta, Domenico Mantoan, ha inaugurato la Radiofarmacia con Ciclotrone dell’ospedale Sacro Cuore di Negrar per la produzione gratuita e la distribuzione di radiofarmarci per le Medicine Nucleari del Veneto.

«Oggi inauguriamo questa nuova attività di produzione e distribuzione di Radiofarmaci che è fondamentale per rendere il Veneto indipendente anche in questo particolare settore. Fino a ieri, infatti, come Regione eravamo costretti a importarli questi speciali farmaci – ha ricordato Zaia -. Qui a Negrar siete riusciti ad integrare una realtà privata con la sanità pubblica e questo è il modello che vogliamo. Il Veneto ha 57 ospedali con oltre 90 mila dipendenti e quindi vi dico che se proponete progetti strategici ed innovativi come questo vi sosterremo, se fare scelte generaliste no. La scommessa per il futuro è far star poco tempo i cittadini in un letto d’ospedale. Questo è il salto culturale che abbiamo fatto in Veneto. So che il numero dei posti letto è potere ma non è buona sanità. I soldi non devono andare ai posti letto, ma a nuove strutture ed alla professionalità. Voi grazie a questo siete anche un ospedale che attrae più del 20% dei pazienti da fuori regione, e questo è fondamentale perché significa 320 milioni di euro di risorse fresche per il budget regionale sanitario – ha continuato Zaia -. Oggi in Veneto abbiamo la spesa procapite più bassa d’Italia, ma dobbiamo difendere con le unghie il nostro budget di 8 miliardi e 660 milioni dai tagli del Governo nazionale. Tagli fatti sempre in modo orizzontale».

«Questa Radiofarmacia è per il Veneto importante perché ci permetterà un risparmi annuo di 3 milioni di euro, visto che oggi dobbiamo acquistare questi speciali farmaci da fuori Regione – ha detto l’assessore regionale alla sanità Luca Coletto -. Inoltre, averli sul territorio è fondamentale per poter dare risposte veloci a chi ne ha bisogno».

Condividi con:

Articoli Correlati

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo

Trasporti, l’europarlamentare veronese Borchia (Lega) attacca sulle nuove restrizioni al traffico al Brennero

massimo

Legnago, per “Estate al Fioroni!” il concerto speciale “Suoni e luci di stelle. Ensamble di fisarmoniche in festa”

massimo