9.3 C
Verona
4 Dicembre 2022
Basso Veronese In evidenza Spettacoli & cultura Spettacoli & cultura ultimaora

Nogara, al Teatro Comunale in scena “Come respirare. Storie di ordinaria violenza” sul tema della violenza di genere

Sabato 25 novembre alle 20,45 al Teatro comunale di Nogara andrà in scena la performance “Come respirare. Storie di ordinaria violenza”, uno spettacolo fatto di teatro, musica e danza per sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza di genere. Lo spettacolo ha come punto di partenza la quotidianità della violenza: la drammaturgia è partita dal vissuto di donne che hanno voluto raccontarsi è hanno risposto allo stimolo di ricercare nelle loro vite il quotidiano sessismo delle frasi di uso comune, le discriminazioni sminuite a battute, la narrazione dell’amore come possesso del partner.

A spiegare la natura dell’evento è Beatrice Mantovani, una delle referenti del progetto: «L’idea di questa performance nasce dal vissuto della quotidianità di molte donne che vivono destreggiandosi tra i diversi ostacoli che la vita stessa pone a ciascuno, niente di più e niente di meno. Ciò fa risaltare come alcuni di questi ostacoli siano proprio frutto del linguaggio quale specchio della nostra società, delle regole che la governano, dei rapporti e delle caratteristiche più profonde che la costituiscono e come la modalità di espressione contribuisca a caratterizzare e forgiare le idee e i modelli di riferimento della nostra comunità».

Per mettere in scena questo spettacolo si è sviluppato un connubio artistico che unisce il drammaturgo Andrea Visibelli e l’attrice Elisa Galter della Compagnia TeatroE, il musicista Luigi Catuogno e la cantante Anna Magni, la ballerina Francesca Roncoletta e le sue allieve della scuola di danza Svirgolino. Il tutto per l’ideazione e la supervisione di Beatrice Mantovani e Elda A. Detassis, le quali gestiranno anche un momento di dibattito a fine spettacolo per poter dialogare con il pubblico su una tematica che risulta sempre più urgente.

Lo spettacolo farà il suo debutto in orario mattutino con più di 150 alunni della scuola secondaria di primo grado, per poi replicare alle 20,45 per tutta la cittadinanza, con ingresso gratuito.

Condividi con:

Articoli Correlati

Sanità, domani sera su Report un’inchiesta sulla situazione di ospedali e pronto soccorsi in Veneto

massimo

Verona, lutto nel mondo agricolo e sindacale per la scomparsa di Laura Ferrin

massimo

Rinnovabili, Borchia (Lega): «Pericolo dipendenza tecnologica da Cina, ora creare filiera fotovoltaico in Europa»

massimo

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo