0.3 C
Verona
3 Febbraio 2023
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Nogara, Coca Cola attiva la cassintegrazione per 400 lavoratori per i blocchi dei Cobas

Nogara Coca Cola protesta

È accaduto quanto si temeva alla Coca Cola di Nogara. Ieri, mattina si è tenuto un vertice in Prefettura sulla dura vertenza (vedi altri articoli e Primo Giornale) che da settimane vede contrapposti una quarantina di dipendenti iscritti ai Cobas della cooperativa che gestisce la logistica di quella che è la più grande fabbrica della Coca Cola in Europa. Una protesta dai toni caldissimi con alcuni dipendenti saliti sul tetto della fabbrica ed in sciopero della fame.

I vertici di Coca Cola hanno comunicato di aver attivato le procedure per la cassa integrazione per tutti i 400 dipendenti, la prima volta nella storia dei 42 anni di presenza dello stabilimento a Nogara, a causa proprio degli scioperi ma soprattutto dei picchetti ai cancelli attivati dai Cobas che impediscono l’entrata degli automezzi con le scorte per produrre e l’uscita di quelli con la merce da consegnare. In pratica, Coca Cola avrebbe deciso di spostare la produzione negli altre fabbriche europee finché non sarà chiusa questa vertenza.

Dal prefetto Salvatore Mulas è arrivata l’assicurazione del proprio impegno per adottare tutti i provvedimenti rapportandosi con forze dell’ordine. Nel frattempo, la magistratura ha aperto un fascicolo per ipotesi di reato nei confronti dei manifestanti e dei loro leader per i disordini dei giorni scorsi davanti ai cancelli della fabbrica.

Condividi con:

Articoli Correlati

Ferrara del Monte Baldo, disperso in Vajo dell’Orsa recuperato ieri sera a tarda ora dai Vigili del fuoco

massimo

Borchia (segretario provinciale Lega): «Approvato il decreto sull’Autonomia. Giornata storica»

massimo

Pallavolo, da domenica al Palaferroli di S. Bonifacio l’Unione Volley si gioca il campionato in sette gare

massimo

Scuola&Formazione, boom di partecipanti a “Orientiamoci insieme” della Camera di Commercio di Verona

massimo

Terrazzo, dalla Regione 4 milioni per ridurre il rischio idrogeologico su due sponde dell’Adige

massimo

Verona, sette incidenti stradali in 24 ore tra guida in stato di ebrezza e due pedoni investiti

massimo