29.3 C
Verona
13 Agosto 2022
In evidenza Politica ultimaora

Nomine, insediato il nuovo Corecom con due veronesi: Comencini e Rasulo

Due veronesi su 5 componenti nel nuovo Comitato Regionale per le Comunicazioni (Corecom): Fabrizio Comencini e Stefano Rasulo. Si è, infatti, insediato ieri a Venezia a palazzo Ferro Fini, sede del consiglio regionale del Veneto, il Comitato Regionale per le Comunicazioni, rinnovato nelle scorse settimane.

Il Comitato è un organo che esercita una pluralità di funzioni nei rapporti intercorrenti sia con la Regione, sia con l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom), essendo un organo di consulenza e di gestione della Regione, e di controllo, in materia di comunicazioni della stessa Agenzia. Il Comitato è costituito da cinque componenti: Marco Mazzoni Nicoletti (presidente), Enrico Beda, Fabrizio Comencini, Edoardo Figoli e Stefano Rasulo.

«Nel corso degli ultimi anni – ha ricordato il vicepresidente del consiglio regionale, Nicola Finco, il Corecom si è dimostrato molto attivo e ha guadagnato una grande credibilità a livello nazionale proprio per la sua operatività e per i risultati che è riuscito a ottenere. Nei prossimi mesi saremo impegnati soprattutto sul fronte dello “switch off”, ossia sul passaggio alla nuova tecnologia di trasmissione da parte delle emittenti televisive. L’indirizzo che è stato dato al nuovo organismo è quello di far conoscere questa novità sul territorio attraverso l’apertura di punti informativi nei comuni di dimensione medio-grande, lavoro che consentirà di avvicinare i cittadini a questa importante realtà. Inoltre, inizieremo una campagna di informazione rivolta ai cittadini che dovranno cambiare televisore o, in alternativa, acquistare un decoder, per informarli che esistono dei contributi a livello statale stanziati a questo scopo».

“Il Corecom del Veneto – ha aggiunto il neopresidente Mazzoni Nicoletti che subentra all’uscente Gualtiero Mazzi – svolge un compito fondamentale: è, infatti, organo di garanzia in tema di comunicazioni, ruolo che è diventato particolarmente delicato nel periodo della pandemia, sia in ambito televisivo, sia ambito social media. Questi temi saranno oggetto di ulteriore approfondimento, sviluppo e analisi nel corso del nostro mandato, a fianco a quelli della tutela dei minori, con una serie di incontri dedicati al cyberbullismo, e sulle conciliazioni e sulle definizioni in materia di telefonia: è un settore delicato al quale il Comitato ha sempre prestato grande attenzione, accumulando grande esperienza e consentendo agli utenti di ricevere tutela gratuita nei confronti dei comportamenti, non sempre chiarissimi, messi in atto dalle compagnie telefoniche».

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo