31.2 C
Verona
17 Agosto 2022
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Valpolicella

Pescantina, domani corteo contro il presunto arrivo di profughi a Villa Vezza

Pescantina villa Vezza

È organizzato per domani, martedì 1° agosto alle 20,30 a Pescantina, il corteo contro un presunto arrivo di profughi a Villa Vezza, organizzato dal Comitato libero di cittadini. La manifestazione, che i Comitato afferma dovrà essere “pacifica”, partirà dal parcheggio di piazza degli Alpini per proseguire su via Madonna, via Marconi, via Pozze, via Pace, via Prese, arrivando a Villa Vezza, con tappa davanti alla gelateria “California”, dove è previsto un comizio dei rappresentanti del Comitato.

Villa Vezza è oramai da un anno all’attenzione dell’amministrazione comunale e dei cittadini di Pescantina, dopo che l’abitazione, che fu dell’ex sindaco del paese, professor Angelo Vezza, abbandonata da anni, è stata affittata dalla cooperativa “Olinda” di Medole (Mn), che aveva vinto lo scorso anno l’appalto della Prefettura per accigliere 28 profughi, ma che poi non firmò la convenzione e l’8 novembre depositò all’ufficio protocollo del Comune una lettera nella quale comunicava la decisione di abbandonare il progetto.

Ora, sembra che il piano sia, invece, ritornato in auge, con la villa Liberty di viale Verona che potrebbe ritornare nel progetto di un Centro di accoglienza temporanea non si sa per quanti profughi.

La cooperativa “Olinda” si era aggiudicata, un anno fa, 94 posti di accoglienza nel bando di agosto della Prefettura, che dovevano venir ospitati in 5 diversi appartamenti e case delle quali quattro a Valeggio sul Mincio per 30 richiedenti asilo, due a Cerea per 15 profughi e poi 33 a Sommacampagna in una struttura ricettiva ed altri 16 all’hotel Papillon di Nogara. Allora, da quanto comunicato dalla cooperativa, alcune di queste abitazioni non erano più disponibili per cui la coop aveva chiesto di utilizzare villa Vezza a Pescantina, per ospitarvi 28 richiedenti asilo, sempre dei 94 già autorizzati. A novembre tutto venne cancellato dalla stessa cooperativa. Ora, però, con l’emergenza arrivi che monta il progetto sarebbe tornato d’attualità.

La scelta di Villa Vezza, però, è fortemente contestata dalla popolazione residente, sia perché troppo vicina al centro del paese, sia perché collocata in una zona fortemente abitata. E sono proprio i cittadini delle vie circostanti ad aver dato vita al Comitato.

Condividi con:

Articoli Correlati

Rivoli Veronese, è un 71enne di Trento il ciclista deceduto dopo essere stato investito da un furgone

massimo

Politiche 2022, tra i papabili candidati della Lega anche la ceretana Lara Fadini

massimo

Mezzane di Sotto, lavori per 650 mila euro per due scogliere ed una griglia antiesondazione sul torrente

massimo

Autostrada del Brennero, incidente con un ferito grave e code in direzione Nord

massimo

Rivoli Veronese, ciclista deceduto dopo essere stato investito da un’auto

massimo

Politiche 2022, i candidati del Pd nel Veronese: all’Uninominale alla Camera Foglia di Valeggio e Sterchele di S. Bonifacio

massimo