9.3 C
Verona
4 Dicembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Peschiera del Garda, in manette spacciatore trovato con 409 grammi di cocaina e 281 di hashish

Circa 409 grammi di cocaina e 281 grammi di hashish, 3 bilance di precisione, materiale vario per il confezionamento della sostanza e quasi 50.000 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio. È quanto i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Verona, con il supporto dei colleghi di Peschiera del Garda, hanno sequestrato ad uno spacciatore di 23 anni, di origini albanesi, sabato pomeriggio a Peschiera del Garda mentre cedeva una dose di cocaina ad un acquirente.

Colti nel momento dello scambio, i due venivano immediatamente bloccati dai militari e sulla macchina del giovane albanese venivano trovate ulteriori 35 dosi di cocaina e i 40 euro in contanti della cessione appena fatta. Da lì la perquisizione a casa dove i Carabinieri hanno rinvenuto due panetti di cocaina del peso complessivo di 380 grammi e 281 di hashish. Occultati in cassaforte, quasi 50 mila euro in banconote di vario taglio. L’uomo è stato perciò arrestato per detenzione di sostanza stupefacente e per spaccio in flagranza, mentre per l’acquirente è scattata la sanzione amministrativa per “uso personale di sostanza stupefacente” con contestuale segnalazione all’Ufficio Territoriale del Governo come assuntore di droghe. Terminati gli atti di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Verona Montorio. In seguito al giudizio del G.I.P. che ha convalidato la misura, il giovane spacciatore resta in carcere.

Condividi con:

Articoli Correlati

Sanità, domani sera su Report un’inchiesta sulla situazione di ospedali e pronto soccorsi in Veneto

massimo

Verona, lutto nel mondo agricolo e sindacale per la scomparsa di Laura Ferrin

massimo

Rinnovabili, Borchia (Lega): «Pericolo dipendenza tecnologica da Cina, ora creare filiera fotovoltaico in Europa»

massimo

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo