18.9 C
Verona
22 Settembre 2020
Cronaca In evidenza ultimaora

Peschiera del Garda, Tina Montinaro, vedova del caposcorta di Falcone incontra gli allievi della Scuola della Polizia

Domani, venerdì 6 agosto, Tina Martinez Montinaro, vedova della Medaglia d’Oro al valor Civile Antonio Montinaro, caposcorta del Giudice Giovanni Falcone, ucciso il giorno della strage di Capaci (23 Maggio 1992), incontrerà gli Allievi Agenti del 209° corso della Scuola della Polizia di Stato di Peschiera del Garda e di Brescia, presso l’aula magna “Fratelli Turazza”.

Prima dell’incontro, la signora Tina assisterà alla cerimonia dell’alzabandiera, all’inizio della quale verrà dedicata la giornata formativa ad Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani (gli altri agenti rimasti uccisi nell’attentato di mafia). Subito dopo l’alzabandiera, la signora Tina si porterà davanti all’ingresso dell’Istituto di Formazione e, insieme agli Allievi e ai Direttori delle due Scuole, deporrà una corona nel “Luogo della Memoria QS15”, nato nello stesso punto che, per diversi anni, ha ospitato la teca contenente i resti della Quarto Savona l’auto della scorta di Falcone. Nei due diversi momenti verranno eseguiti l’Inno Nazionale e il Silenzio d’Ordinanza da parte di alcuni componenti della Banda Cittadina di Peschiera del Garda.

L’incontro con la signora Tina è uno dei molteplici appuntamenti durante i quali i più di 1500 Allievi Agenti del 209^ Corso, distribuiti in 13 Scuole di tutto il territorio nazionale, avranno la possibilità di ascoltare la sua coraggiosa, forte e toccante testimonianza. Incontri che lo stesso Capo della Polizia, il prefetto Franco Gabrielli, ha fortemente voluto non avvenissero con le modalità della formazione a distanza, ma faccia a faccia con futuri poliziotti. Questo per far si che tutti, grazie alle parole della signora Tina, possano apprendere ciò che non si trova nei testi e nei codici: la passione, i valori e l’attaccamento alla Polizia di Stato e alla sua grande famiglia.

Inoltre, la maggior parte degli Allievi Agenti di Peschiera del Garda provengono dalla Sicilia e, nonostante siano molto giovani, grazie al forte legame con la loro Terra, stanno aspettando con impazienza questo particolare appuntamento; il padre di uno degli Allievi, per esempio, faceva parte della scorta del Giudice Borsellino ed era colui che dava, nella maggior parte dei casi, il cambio ad Emanuela Loi, giovane Agente della Polizia di Stato, uccisa nella strage di via D’Amelio.

Questo è uno degli incontri che fanno parte del fondamentale e prezioso “Percorso Valoriale” degli Allievi Agenti; percorso che sarà ancora più emozionante grazie alla testimonianza della signora Teresa Turazza che, oggi pomeriggio, nell’aula magna dedicata ai due suoi figli Massimiliano e Davide, incontrerà i giovani poliziotti.

Articoli Correlati

Primo Giornale, il numero di aprile in distribuzione nell’Est Veronese

mirco

Peschiera del Garda, furgone tampona un Tir in autostrada: un morto ed un ferito grave

massimo

Mariotti (Destra Sociale) presenta la sua candidatura con Tosi

mirco

Bassi interroga Coletto: «È vero che chiude l’ospedale di comunità ela Rsa di Caprino?»

massimo

Legnago, domani sera incontro con gli studenti del Cotta sui Diritti Umani

massimo

Verona, il Pd aderisce al presidio di preghiera al Tempio Votivo contro il Decreto sicurezza- bis

massimo