26.2 C
Verona
15 Agosto 2022
In evidenza Politica ultimaora

Politica, i veronesi Corsi e Zanotto eletti nel Consiglio nazionale della Liga Veneta

zaia-corsi

Questa mattina il segretario provinciale Lega Nord Liga Veneta di Verona, Paolo Paternoster, e il senatore Paolo Tosato hanno presentato i due consiglieri nazionali veronesi della Liga Veneta eletti nel corso del Congresso Nazionale di ieri. «Servono poche parole presentare Enrico Corsi e Luca Zanotto: due leghisti da sempre, bravi e preparati sia professionalmente che politicamente, da sempre impegnati nel nostro movimento», commentano Paternoster e Tosato.

«Sono certo che i due nostri nuovi eletti assieme sottoscritto sapranno rappresentare bene la nostra città all’interno del nuovo Consiglio nazionale della Liga Veneta. A loro e al nuovo segretario nazionale Gianantonio Da Re vanno i miei migliori auguri di buon lavoro assieme»

«Il Congresso Nazionale di ieri – commenta Paternoster – ha sancito una ritrovata unità del nostro movimento alla faccia di chi fino a qualche mese fa aveva tentato di distruggerlo dall’interno. Il mio personale ringraziamento va a tutti volontari, decine e decine di uomini e donne, che negli scorsi giorni e fino a ieri sera si sono dedicati anima e cuore nell’organizzazione del Congresso Nazionale che per chiara volontà del sottoscritto e di tutti i dirigenti Veronesi abbiamo voluto portare, per la prima volta, nella nostra città. La giornata di ieri rappresenta il punto di ripartenza per il nostro movimento in vista dei prossimi fondamentali impegni elettorali che coinvolgeranno l’intera Lega Nord».

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo