22.9 C
Verona
11 Agosto 2022
In evidenza Politica ultimaora

Politica, lanciata “Verona Democratica” che ha come referente Franco Bonfante

Verona Democratica web

È stata presentata oggi con una conferenza stampa in piazza Bra “Verona Democratica”, associazione politica creata da Franco Bonfante, da poco ex consigliere regionale dopo due mandati che l’hanno visto vicepresidente del consiglio regionale per il Pd. A presentarla a Verona c’erano al tavolo Vera Scola di Bovolone, Adalberta Moreno di Caldiero, Sergio Fedrigoli di Sant’Ambrogio, Luigina Zappon di Legnago, e Marco Burato vicesegretario provinciale del Pd veronese. Con Bonfante seduto a fare da spettatore.

Un’idea, quella dell’associazione, che sarebbe nata subito dopo il risultato delle Regionali e dalle fiamme ancora calde degli oltre 80 giovani del Pd veronese che avevano firmato la petizione che chiedeva al partito una riconferma al terzo mandato per Bonfante. Scelta mai arrivata per la decisione dell’allora consigliere regionale uscente di togliersi d’impiccio rinunciando alla candidatura per liberare il partito da questioni al via della campagna elettorale.

Oggi, scevro da incarichi istituzionali, Bonfante si rimette a disposizione del centro sinistra, puntando dall’alto di due mandati da sindaco di Cerea, di altri due da consigliere regionale, di un periodo sereno e proficuo da segretario provinciale, ad un ruolo di cerniera e di promozione politica del centro sinistra veronese. Il manifesto dell’associazione, infatti, parla di organizzazione di convegni, di corsi di formazione, di studi e analisi del territorio, di essere da centro di riferimento per gli amministratori locali di area Pd. L’indirizzo è filo governativo, da quel che emerge, essendo Bonfante un renziano, ma questo nel senso di ritenere l’azione riformatrice del Governo come necessaria per il Paese, al di là delle possibili critiche su una o l’altra misura.

I primi incontri vi sono già stati durante l’estate e Bonfante dovrebbe lanciare ufficialmente “Verona Democratica” nei prossimi giorni. All’associazione avrebbero già aderito l’ex sindaco di Sommacampagna ed ex segretario provinciale del Pd Giandomenico Allegri; Vera Scola di Bovolone; il sindaco di Sorgà, Mario Sgrenzaroli, e quello di Mezzane, Domenico Sella; Matteo Avogaro, segretario dei giovani del Pd; il consigliere comunale di Legnago Elena Zanetti; quello di Castagnaro Katty Gerardo; quello di Villa Bartolomea Enrico Gatto assieme all’ex sindaco del paese Luigi Montagnana; allo storico esponente del Pci di Nogara ieri e del Pd oggi, Fausto Cottarelli.

Bonfante assicura che non si tratta assolutamente di una corrente interna al Pd, ma visti anche i nomi di chi ha aderito (per farlo basta pagare 1 euro e sottoscrivere il manifesto politico) è chiaro che “Verona Democratica” un peso lo avrà sicuramente nelle vicende del Partito Democratico veronese. A partire dalle Comunali di primavera, e dal rinnovo della segreteria provinciale, in scadenza nel 2017. Intanto, il 20 settembre “Verona Democratica” farà il suo esordio con una serata alla Festa dell’Unità di Villafranca.

Condividi con:

Articoli Correlati

Rally, il legnaghese Strabello secondo in classe 4 al “Salsomaggiore Terme”

massimo

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo