22.9 C
Verona
11 Agosto 2022
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona città

Poliziotti salvano 35enne che voleva buttarsi in Adige

volanti-notte

Momenti di apprensione questa notte verso le 3.15, per le ricerche di un 35enne rumeno che, animato da intenzioni sucide le aveva partecipate telefonicamente ad un amico il quale, a sua volta, ha chiesto ad un passante provvisto di telefono cellulare, di chiamare il 113 lanciando l’allarme.

Le ricerche dell’uomo sono durate circa 25 minuti ed hanno interessato le rive del fiume Adige e d i vari ponti della città che lo sovrastano; nei tratti di fiume tra Ponte Navi e Ponte Pietra. I poliziotti, poi, sono scesi lungo gli argini con apposite torce per illuminare l’area fluviale ed hanno subito avvistato la sagoma di un uomo distesa ed in bilico al di sopra di un masso in pietra, con le gambe immerse nell’acqua.

Immediato l’intervento degli agenti per trarlo in salvo e metterlo in sicurezza; lo stesso versava in stato di ipotermia e semi incoscienza, motivi questi per i quali gli agenti lo hanno subito liberato degli abiti intrisi d’acqua per poi coprilo dapprima con le loro divise e poi, con una coperta termica loro lanciata dagli operatori sanitari del 118 accorsi sul posto su indicazioni fornite tramite il 113.

Nelle ricerche sono stati coinvolti anche i Vigili del Fuoco, che hanno permesso poi di sollevare la barella con l’uomo su Ponte Pietra, da dove con un’ambulanza è stato trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile Maggiore di Borgo Trento.

Condividi con:

Articoli Correlati

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo

Trasporti, l’europarlamentare veronese Borchia (Lega) attacca sulle nuove restrizioni al traffico al Brennero

massimo